Coccoli Finocchiaro
Il Vicequestore Enzo Coccoli e il Questore di Messina Mario Finocchiaro

Tutto pronto a Taormina per il G7 delle Pari Opportunità che oggi e domani riporterà la Perla dello Ionio al centro della politica internazionale, stavolta con la Ministeriale sui diritti delle donne. Sarà la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio con delega alle Pari Opportunità, Maria Elena Boschi a dare il via alle 11 alla due giorni che chiuderà l’anno di presidenza italiana del G7, con la foto famiglia che verrà scattata in Piazza IX Aprile. Poi la prima sessione di lavoro del vertice. Non ci saranno i numeri impressionanti della macchina di sicurezza dello scorso maggio, quando furono oltre 7 mila gli uomini impegnati a protezione dei 7 grandi, ma saranno comunque imponenti le misure di sicurezza in paese, a tutela dei 60 delegati al seguito dei Ministri e quindi a garanzia di tutta la cittadinanza. «I servizi per l’ordine pubblico e per la sicurezza che metteremo in campo non sono stati improvvisati, sono invece il frutto di diverse settimane di intenso lavoro preparatorio – spiega il Questore di Messina, Mario Finocchiaro, che ieri si è recato presso il locale Commissariato diretto dal vicequestore Enzo Coccoli – È stata fatta una notevole attività preparatoria, molto attenta ed impegnativa. Saranno in azione per questo G7 circa mille unità delle varie Forze di Polizia. L’attenzione è massima, anche perché opereremo a città aperta, senza zona rossa, e per questo verranno svolte attività anche invisibili da personale non in uniforme tra la gente. L’apparato per la sicurezza è stato predisposto con un lavoro effettuato in sinergia dal Prefetto Francesca Ferrandino, dal Questore Finocchiaro e con i responsabili provinciali delle Forze dell’Ordine, quindi Polizia ma anche Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza.

I servizi predisposti. «Abbiamo fatto diverse riunioni di coordinamento in Prefettura, che si occupa della parte strategica, mentre noi ci occupiamo della parte tecnica di pubblica sicurezza – continua il Questore -. I servizi sono stati preparati nei minimi particolari ed il Dipartimento di Pubblica Sicurezza ha messo a disposizione un notevole numero di uomini per questo G7. Abbiamo previsto delle vigilanze fosse agli obiettivi sensibili e agli alloggi delle delegazioni e poi un servizio di Ordine pubblico collegato ai singoli eventi. Seguiremo con la massima attenzione anche una manifestazione di protesta prevista per oggi pomeriggio a Giardini, in occasione della quale comunque non è previsto alcun corteo. Prevista, ovviamente, la tutela delle personalità e l’assistenza nei trasferimenti. Saranno impiegate unità cinofile, artificieri, tiratori scelti e reparti antiterrorismo e anti crimine, elicotteri della Ps e dei Cc senza dimenticare la sicurezza in mare che verrà effettuata dal Reparto aeronavale della Guardia di Finanza e dalla Capitaneria di Porto. Oltre a Polizia, Carabinieri e Gdf, sono impegnati anche Vigili del fuoco, Corpo Forestale, Polizia municipale di Taormina Gaggi e Giardini, Polizia provinciale e l’Asp per i servizi sanitari».

© Riproduzione Riservata

Commenti