Campo da Golf
Campo da Golf

Si va verso il momento della verità sul campo da golf a Trappitello, la cui realizzazione è attesa ormai da diversi anni e che invece è rimasto sinora un’incompiuta. I lavori sono fermi da tempo e il sindaco Eligio Giardina ha reso noto ieri mattina nei prossimi giorni verrà convocato un vertice a Palazzo dei Giurati. «Convocheremo la proprietà dei terreni e l’impresa incaricata – afferma Giardina – per fare chiarezza una volta per tutte su come stanno le cose. Bisogna capire perché i lavori non vanno più avanti, quali sono le difficoltà e se sono superabili». Il primo cittadino apre al dialogo «per cercare di individuare una soluzione» ma al tempo stesso lancia un eloquente monito su quello che potrebbe essere lo scenario all’orizzonte: «Se ravviseremo che non ci saranno i presupposti per completare l’opera, secondo quanto a suo tempo approvato dal Consiglio comunale, valuteremo l’opportunità di procedere ad una revoca delle concessioni date per quei terreni». Il sogno di un campo golf a Taormina potrebbe, insomma, presto tramontare sia perché l’opera non è stata al momento ultimata sia perché la casa municipale inizia a ravvisare delle perplessità sul fatto che esistano le condizioni per portare a termine il progetto ed il relativo cantiere aperto.

Dall’alluvione alla proroga. La realizzazione dell’opera, come si sa, era stata autorizzata già nel 2006 dal Comune di Taormina, con apposita concessione per gli interventi nei terreni di contrada Vareggio, ma un alluvione abbattutosi il 9 novembre 2011 violenza sull’area proprio quando i lavori erano in dirittura d’arrivo ha devastato la gran parte delle opere e costretto la proprietà a ricominciare tutto da zero o quasi. Per questo si è reso poi necessario concedere una proroga alla concessione che nel mentre era scaduta, al fine di consentire la ripartenza delle opere. La parte riguardante la prevista realizzazione della struttura alberghiera è ancora largamente incompleta e c’è anche da completare il green a 18 buche. Il cantiere, dopo l’intesa raggiunta tra Comune e la Off Side (che detiene la proprietà dei terreni) era ripartito ma si è poi nuovamente arenato.

Finanziamenti in fumo. Molto pesanti si sono rivelate, a quanto pare, anche in termini economici le conseguenze dell’alluvione, la necessità di rimediare alla devastazione prodotta dall’alluvione e la conseguente fase in cui i lavori sono rimasti fermi: ciò avrebbe fatto perdere dei finanziamenti che erano fondamentali per la realizzazione del complesso ricettivo con annesso campo da golf, il “Corinthia Golf & Spa Resort Taormina”. Oltre al green a 18 buche è rimasto al momento in sospeso anche il corpo ricettivo. Giardina, intanto, nelle prossime ore intende fare il punto sulla vicenda con il dirigente dell’Ufficio Tecnico, Massimo Puglisi, poi convocherà la riunione che delineerà il futuro dei terreni di contrada Vareggio.

© Riproduzione Riservata

Commenti