Parcheggio Lumbi di Taormina
Parcheggio Lumbi di Taormina

l Comune pensa di raddoppiare il canone di affitto ad Asm per i parcheggi Lumbi e Porta Catania, e ipotizza anche di dare in affitto il parcheggio Porta Pasquale sempre alla municipalizzata, e sulla questione interviene il presidente del Comidi (il Comitato Insieme per i nostri Diritti), Giuseppe Sterrantino, ponendo delle perplessità sull’iniziativa ma anche sul quadro finanziario di Asm. «Il canone di affitto, per un’azienda rappresenta un costo, prima che un’uscita finanziaria – afferma Sterrantino -, per cui non è così lineare che la presenza di disponibilità di cassa abbia consentito di coprire tutti i costi sostenuti da Asm e non consente oltretutto di verificare se l’azienda ha una gestione caratteristica positiva (e un risultato positivo di bilancio). Quanto detto vuol significare che aumentare il canone, senza un piano industriale serio, potrebbe determinare uno squilibrio economico finanziario all’Asm con conseguente impatto sul risultato aziendale e sulla sua posizione finanziaria ( maggiori uscite di cassa rispetto alle effettive entrate). Se per ipotesi ad esempio l’azienda non pagasse fornitori, tributi, ritenute e le utenze di gestione dei parcheggi, non vengono poi quadrate le posizioni dare/avere con il Comune la cassa tende a salire».

Sui bilanci. «Ci viene detto di tre bilanci chiusi in utile da Asm, non veniamo però a conoscenza di pareri su questi bilanci da parte dell’organo di controllo, il quale svolgendo attività di verifica su tutto l’esercizio dovrebbe avere contezza dei “numeri” di quei bilanci». «Viene poi detto – continua Sterrantino – che senza predisporre un piano industriale/budget di questa azienda si vogliono modificare i contratti di affitto, che potrebbe essere anche giusto ma che avverrebbe senza alcuna logica economico-aziendale».

Il piano ipotizzato. Al momento, in sostanza, Asm versa al Comune un canone annuo di 200 mila euro per il Porta Catania e di 250 mila euro per il Lumbi. La proposta in vista da parte della Giunta sarebbe quello di un incremento a 450 mila euro per il Lumbi mentre per il Porta Catania si arriverebbe a 400 mila euro. Si determinerebbe insomma un impennata del 100 per cento circa sui rispettivi canoni di affitto. Il Comune darebbe in affitto ad Asm anche il parcheggio Porta Pasquale, sinora da sempre gestito direttamente dalla casa municipale e per il quale si ipotizza un canone di 400 mila euro l’anno. Nelle prossime settimane si potrà comprendere se l’operazione decollerà davvero.

© Riproduzione Riservata

Commenti