Rosalba e Alda con l'assessore Pina Raneri
Rosalba e Alda con l'assessore Pina Raneri - foto di Miriam Ziino Photographer (studio fotografico Isole Eolie Lipari)

Cresce il numero di unioni civili a Taormina dove da varie province della Sicilia ma anche da altre regioni italiane ormai arrivano coppie che decidono di coronare nella Perla dello Ionio il loro sogno d’amore. «C’è chi decide di fare l’Unione Civile contattando direttamente il nostro Comune e ad esempio sceglie di fare la cerimonia a Palazzo dei Duchi di Santo Stefano – spiega l’assessore Pina Raneri, che a suo tempo si è battuta per l’avventura istituzione nel 2016 del registro delle Unioni Civili a Taormina – ma ci sono anche tante coppie che si uniscono nella loro città e poi decidono di venire comunque qui a Taormina a festeggiare nei vari alberghi e locali che il nostro territorio offre. Sicuramente, in ogni caso, sta crescendo in modo significativo il numero di persone che scelgono Taormina per la giornata più bella della loro vita».

L’unione di Rosalba e Alda. Nelle scorse ore si sono sposate infatti a Taormina in Comune Rosalba e Alda, rispettivamente di Gela e Caltagirone, 46 anni e 49 anni, con rito celebrato proprio dall’assessore Raneri, che evidenzia a tal proposito anche l’importanza di dare un messaggio positivo su un argomento talvolta molto discusso: «È stato un momento molto gradito dalla cittadinanza di Taormina, sopratutto quando le due ragazze posavano per il servizio fotografico nel centro storico di Taormina e tutti i passanti gli auguravano in modo sincero e gioioso le loro felicitazioni. È stato un giorno speciale per la coppia e per la nostra città, e che ci ricorda quanto sia importante rispettare tutte le forme di amore e quanto sia importante essere uniti contro il pregiudizio e la discriminazione».

© Riproduzione Riservata

Commenti