Piscina comunale di Taormina
Piscina comunale di Taormina

Altro decreto ingiuntivo contro il Comune di Taormina nel contenzioso sulla piscina comunale e da Palazzo dei Giurati. Il Corpo Volontario di Soccorso in Mare, ente gestore dell’impianto natatorio ha reso noto di aver depositato nelle scorse ore in Tribunale presso gli uffici dell’Ufficiale Giudiziario un decreto ingiuntivo dell’importo di 900 mila euro nei confronti del Comune per il mancato pagamento di spettanze riferite a quanto sottoscritto a suo tempo dalle parti attraverso una convenzione che riguardava il versamento di quote di rimborso da parte dell’ente locale al Cvsm per servizi resi nelle attività della piscina. Il Comune si impegnava, in sostanza, a coprire le spese per quanto concerne il servizio svolto per i disabili in toto, al 50% per i bambini delle scuole di Taormina e per gli anziani oltre i 65 anni sempre residenti a Taormina.

Le due azioni ingiuntive. Il Cvsm ora ha inteso procedere per mancati versamenti delle somme in oggetto nell’arco dei nove anni da quando venne firmata la convenzione. Il contratto tra Comune e Cvsm risale alla fase commissariale del 2008. Il decreto ingiuntivo di queste ore fa seguito ad un’analoga ingiunzione di pagamento che l’Ufficiale Giudiziario ha notificato nei mesi scorsi al Comune sempre su istanza del Cvsm. In quel caso il decreto faceva riferimento ad una sentenza di provvisoria esecutività data dal Tribunale al Cvsm per ottenere dal Comune il pagamento di una somma che da 541 mila euro iniziali si è elevata a 580 mila euro, comprensiva anche delle spese legali del Cvsm.

© Riproduzione Riservata

Commenti