Giancarlo Cancelleri, il candidato presidente della Regione Siciliana del M5s
Giancarlo Cancelleri, il candidato presidente della Regione Siciliana del M5s

Giancarlo Cancelleri si prepara al rush finale della campagna elettorale e continua a non risparmiare attacchi nei confronti del candidato del centrodestra Nello Musumeci. «Se potessimo raggiungere tutti i siciliani ad uno ad uno, per spiegare loro quanto è importante tornare a votare e credere che un cambiamento sia possibile, lo faremmo. Per questo siamo in giro da mesi (da anni) e continueremo ininterrottamente a muoverci fino all’ultimo giorno. Stiamo dando il massimo e non ci fermeremo finché potremo. Chi pensa di potersi esimere con un semplice “non mi interessa più nulla” sappia che avrà segnato le sorti della nostra terra e delle generazioni future. In questi giorni sto girando in lungo e in largo la Sicilia per presentare il nostro programma di governo. Ci incontriamo con i cittadini nelle piazze che sono sempre piene di entusiasmo e affetto. Tra una tappa e l’altra ho letto che Musumeci ha fatto appello agli elettori del centrosinistra. Mi sono fatto una sonora risata e mi sono rimesso in marcia. La situazione è questa. Musumeci sta perdendo buona parte dei suoi elettori perché non tollera la presenza degli impresentabili arrestati e condannati nelle sue liste, ma soprattutto non sopportano il fatto che dietro di lui si nasconda Miccichè che è il vero candidato presidente visto che qualche settimana fa ha detto di avere già pronti 18 nomi per gli assessorati. Miccichè è solo uno di quelli che Musumeci si porta dietro e che hanno devastato la nostra terra. Dietro di lui c’è anche Cuffaro, Genovese e addirittura gente che fino a ieri stava dentro il governo Crocetta. Il peggio degli ultimi 15 anni della Sicilia. E se i suoi stanno decidendo di non votarlo, figurarsi se i cittadini che in passato hanno votato centrosinistra daranno il voto a lui per far vincere Miccichè».

Il fattore Miccichè. «Perché, e questo è bene che si sappia, se voti Musumeci vince Miccichè. Sono io l’unico candidato presidente che presenta un programma, o meglio, un progetto per il futuro della Sicilia e sono l’unico a non dover affrontare l’imbarazzo degli impresentabili perché le nostre liste sono linde e pulite come la mia camicia bianca. Il 29 ottobre Lucia Annunziata ha invitato tutti i candidati presidenti a partecipare a un confronto sui programmi in diretta televisiva sulla Rai. Spero che tutti i candidati accettino e che Musumeci smetta finalmente di scappare e si confronti sulla dialettica faccia a faccia da uomo, piuttosto che limitarsi agli insulti a distanza, che a me non scalfiscono, ma che lo fanno vedere per quello che è: nervoso e preoccupato. Spero che questa domenica riesca a rilassarsi».

© Riproduzione Riservata

Commenti