Giancarlo Cancelleri, il candidato presidente della Regione Siciliana del M5s
Giancarlo Cancelleri, il candidato presidente della Regione Siciliana del M5s

«La Sanità in Sicilia va riformata completamente. Va rivista la rete ospedaliera, vanno riviste le piante organiche, e abbiamo bisogno di più personale». Lo afferma il candidato dei Cinque Stelle per la presidenza della Regione, Giancarlo Cancelleri. «Però c’è una cosa che mi indigna particolarmente, ovvero le lunghe attese da parte dei cittadini per delle visite o degli esami, in questo modo si costringono i siciliani a rivolgersi al settore privato, e con grande sacrificio devono dare fondo ai propri risparmi pur di avere immediatamente esami importanti che dovrebbero essere garantiti dalla Regione. Questa è un’ingiustizia, io non voglio vivere in una Regione del genere, allora l’idea è questa: chiunque dovrà fare una visita dovrà farla in tempi certi e ragionevoli all’interno delle strutture pubbliche o convenzionate con il sistema sanitario regionale, altrimenti potrà anche rivolgersi alle strutture private a pagamento, ma a pagare questa volta dovrà essere la Regione Siciliana. Garantire la salute dei cittadini dovrebbe essere la priorità per chi si candida alla Presidenza della Regione, e per me questa è una priorità».

I vizi della politica. «I due più grandi vizi della politica – continua Cancelleri -sono l’ignoranza e l’arroganza. È ignorante perché parla e opera per cose che non conosce (non immaginate quante volte ho visto l’Ars presa d’assedio da intere categorie perché il parlamento aveva approvato una legge sbagliata. È arrogante perché non solo sbaglia, ma pretende di avere ragione, ostentando una perizia che non ha mai avuto. Girando la Sicilia in lungo e in largo ho capito che i cittadini non solo conoscono a memoria i problemi di questa regione, ma ne conoscono pure le soluzioni. Basta ascoltarli. Come facciamo noi, tutti i giorni, da 5 anni. Ininterrottamente».

© Riproduzione Riservata

Commenti