Giovanni Russotti, presidente Federalberghi Giardini Naxos
Giovanni Russotti, presidente Federalberghi Giardini Naxos

Stime positive ma vietato adagiarsi sugli allori. Nonostante le prime statistiche ufficiali relative alla stagione turistica di quest’anno saranno stilate dalla categoria degli albergatori non prima di novembre, il presidente dell’Associazione albergatori naxiota, Giovanni Russotti, esprime moderata contentezza sull’andamento dei flussi turistici e del fatturato di quest’anno. «Non si può dire che questa non sia stata una stagione positiva – afferma Russotti – c’è stato un forte ritorno di flussi provenienti dalla Russia e dalle altre pari d’Italia, anche il G7 ha contribuito in maniera positiva sul numero delle presenze e sul fatturato del settore. Prevediamo un incremento di quasi il 10%». I numeri di segno positivo non fanno però abbassare la guardia all’intero settore ed in proposito Russotti afferma: «È evidente che tali miglioramenti non siano il frutto di una programmazione positiva e propositiva da parte del sistema Sicilia. Il nostro è un territorio con enormi potenzialità ma rischia di rimanere azzoppato dalla mancanza di infrastrutture adeguate nell’ambito dei trasporti e della fieristica nonché dalla scarsa promozione turistica dell’Isola e dei suoi luoghi. In particolare le autostrade rimangono un disastro e la viabilità di Giardini è perennemente congestionata a causa della mancanza di alternative alla Strada Statale. Anche pulizia e decoro urbano dovrebbero migliorare – chiosa Russotti».

Sinergie nel comprensorio. Russotti definisce cordiali e di collaborazione le relazioni con l’amministrazione di Giardini ma allo stesso tempo auspica che venga fatto di più sotto vari profili. «Sarebbe utile un tavolo tecnico permanente sulle questioni inerenti il Turismo – ha dichiarato il noto imprenditore – ed un’attenzione maggiore rispetto ad altre tematiche come ad esempio una migliore gestione dei parcheggi ed un’applicazione più estesa della ZTL». In merito ad altre collaborazioni e sinergie, Russotti ha voluto sottolineare gli ottimi rapporti con i colleghi albergatori di Taormina, guidati da Italo Mennella, e con i colleghi albergatori di Letojanni nonché con il Parco archeologico di Naxos guidato dall’Arch. Vera Greco. «Sicuramente, insieme a questi enti, porremo in essere diverse iniziative in questa stagione invernale che stiamo alacremente sviluppando – ha aggiunto Russotti».

G7 Pari Opportunità. Sull’imminente appuntamento di metà novembre, Russotti afferma di non aver ancora ricevuto alcuna richiesta confermando le supposizioni secondo le quali il territorio di Giardini dovrebbe essere interessato solo marginalmente dall’evento.

Tassa di soggiorno e destagionalizzazione. Russotti ha pronunciato alcune battute sulla Tassa di Soggiorno affermando che dovrebbe essere maggiormente redistribuita sul territorio e ad appannaggio delle associazioni di settore. Su questo e su altri argomenti dovrebbe a breve avvenire un incontro tra il primo cittadino di Giardini, Pancrazio Lo Turco, e lo stesso Russotti. In merito alle dichiarazioni del presidente dell’Associazione “Quelli della Notte”, Tino Scevola, riferite alla necessità che gli alberghi restino aperti anche durante la stagione invernale, Russotti ha sottolineato che «Mancano i presupposti di Sistema perché ciò avvenga. Il paese è totalmente privo di infrastrutture, manca un Palacongressi che possa ospitare eventi di richiamo, non esistono strutture sportive di livello, le tariffe aeree rimangono poco favorevoli. Tutto ciò ci impedisce di intercettare mercati diversi in differenti periodi dell’anno, ci risulta difficile immaginare di rimanere aperti anche d’inverno senza le condizioni minime per farlo».

© Riproduzione Riservata

Commenti