Palazzo Duchi di Santo Stefano
Taormina. Palazzo Duchi di Santo Stefano

Si stringono i tempi per la preparazione del G7 del 15 e 16 novembre a Taormina. È stata prevista, infatti, per il 25 ottobre una riunione a Taormina, presso l’Archivio Storico, tra i responsabili di Palazzo Chigi, la Prefettura ed il Comune di Taormina per concordare i dettagli logistici della Ministeriale per le Pari Opportunità in agenda nella capitale del turismo siciliano il prossimo mese. «Posso soltanto dire che nell’occasione – spiega il sindaco Eligio Giardina – ci riuniremo con il Capo della Delegazione Italiana, il dott. Alessandro Modiano, e con il Prefetto, sua eccellenza Francesca Ferrandino, per discutere l’organizzazione del G7 per le Pari Opportunità che avremo l’onore di ospitare nella nostra città. Nelle scorse ore c’è stato un vertice a Palazzo Chigi, a Roma, sull’argomento e tutto sta andando avanti nel migliore dei modi». «La riunione del 25 ottobre – continua Giardina – sarà un momento operativo per definire la logistica dell’evento, ed in tal senso è ormai praticamente certa la scelta del Palazzo dei Duchi di Santo Stefano per le riunioni dei sette ministri. Si tratta di un palazzo di proprietà comunale e lo voglio evidenziare, anche perché è una delle più belle testimonianze della storia della nostra città. La conferenza stampa finale si dovrebbe tenere, invece, il pomeriggio del 16 novembre in un noto albergo».

Aspettando Ivanka. Taormina si prepara, insomma, ad affrontare nel migliore dei modi l’evento che, a distanza di pochi mesi dall’indimenticabile due giorni di fine maggio, riproporrà Taormina al centro della politica internazionale con una ribalta mediatica ed istituzionale di rilievo. Si sta approntando anche il piano di sicurezza, che dovrà essere posto in atto per questo G7 delle Pari Opportunità e, a tal riguardo, si potrà anche far tesoro della preziosa esperienza del recente summit dei sette grandi in cui il “modello Taormina” si è rivelato, per quanto riguarda la sicurezza, un esempio apprezzato in tutto il mondo. Le Forze dell’Ordine che hanno già gestito in modo impeccabile il G7 di maggio si preparano a garantire la sicurezza anche per la Ministeriale dedicate alle donne e al tema delle Pari Opportunità. All’appuntamento potrebbe prendere parte anche Ivanka Trump, figlia del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Per questa partecipazione d’eccezione si sta muovendo il Sottosegretario di Stato, Maria Elena Boschi, che già la scorsa primavera aveva invitato la figlia del presidente americano a raggiungere l’Italia per il G7 delle Pari Opportunità. E Ivanka sarebbe intenzionata ad accettare l’invito per il G7 incentrato sulle politiche femminili.

© Riproduzione Riservata

Commenti