Nello Musumeci, candidato governatore del centrodestra
Nello Musumeci, candidato governatore del centrodestra

Nei sondaggi ha staccato di 9 punti il grillino Giancarlo Cancelleri, che però non molla e continua a contrattaccare sulla questione delle liste pulite e degli impresentabili che sarebbero parte integrante della coalizione di centrodestra. Adesso l’arresto del sindaco di Priolo, candidato a Siracusa con Forza Italia, spinge nuovamente Nello Musumeci a far sentire la propria voce in risposta agli attacchi. Da un lato ci sono gli attacchi degli altri aspiranti governatori, ma va fronteggiato anche il delicato fronte interno. E sulla situazione è così arrivata una una rassicurante presa di posizione di Musumeci. «Mi sento di ribadire la mia vicinanza politica e istituzionale ai magistrati siciliani, specie a coloro che sono impegnati in indagini e processi di mafia e in procedimenti per reati contro la pubblica amministrazione che riguardano figure politiche di qualunque colore o schieramento. La magistratura continuerà ad avere da me sempre, anche nell’eventuale ruolo di presidente della Regione, sostegno e collaborazione, senza zone franche, senza se e senza ma».

La storia personale. «Lo ribadisco che io non temo la contaminazione. È la mia storia a parlare per me». La prima volta che fu eletto presidente della Provincia, Musumeci ereditò un ente contaminato da mazzette e arresti. Lo ha bonificato. E lo stesso promette di fare adesso se diventerà presidente della Regione.

© Riproduzione Riservata

Commenti