Eligio Giardina, sindaco di Taormina
Eligio Giardina, sindaco di Taormina

Faccia a faccia tra la Giunta comunale e la proprietà del San Domenico previsto per martedì 24 ottobre per fare luce sulla questione dei previsti lavori di ammodernamento della struttura e sulla relativa incertezza nella tempistica dei lavori. L’appuntamento è stato concordato nella giornata di ieri dal sindaco Eligio Giardina con i vertici del San Domenico. «Ho avuto un colloquio con la proprietà, in un primo momento la riunione era prevista per questo martedì ma non avrebbero fatto in tempo ad essere presenti e così si è deciso di fissare il confronto per martedì prossimo. Non siamo per l’una o per l’altra parte, vogliamo arrivare ad una soluzione che faccia l’interesse collettivo della città di Taormina e quindi del turismo del nostro paese, e che poi venga incontro alle rispettive posizioni sia dei lavoratori che della proprietà dell’albergo», afferma il sindaco.

L’attesa dei lavoratori. Alla riunione calendarizzata per i prossimi giorni prenderà parte anche una rappresentanza delle parti sindacali e dei lavoratori che attraverso un incontro organizzato dalla Fisascat Cisl in aula consiliare avevano posto la questione della necessità di dare rassicurazioni ai lavoratori impiegati preso la nota struttura alberghiera. La vicenda interessa da vicino sia i lavoratori assunti a tempo indeterminato che quelli stagionali in forza al San Domenico, hotel che per la sua storia e tradizione tramandatasi nel tempo, da sempre rappresenta uno dei punti di forza ed un “gioiello” dell’industria dell’ospitalità di Taormina. «Vogliamo trovare una soluzione condivisa sia per tutelare i lavoratori e le loro famiglie, che per assicurare alla città la regolare funzionalità di questo albergo simbolo del nostro turismo», ribadisce Cilona.

Lavori a stralci. La soluzione che potrebbe essere valutata nel corso della discussione è quella di un possibile piano di interventi a stralci. La proprietà del San Domenico, hotel acquistato nel 2016 dal gruppo Statuto, intende ristrutturare e ammodernare l’albergo con un ampio ed impegnativo programma di opere e la questione ora verte sui tempi che saranno necessari per realizzare tutto ciò una volta che sarà stata avviata la fase di chiusura (prevista da novembre). L’obiettivo del Comune e l’aspettativa dei lavoratori è quella che il San Domenico possa essere regolarmente aperto alla clientela nella prossima stagione turistica. Se per quel periodo i lavori non dovessero essere giunti a conclusione, secondo il Comune, si potrebbe rinviarne la prosecuzione ai mesi successivi, cioè poi alla bassa stagione. Ciò sia per non penalizzare i lavoratori che il turismo della città.

© Riproduzione Riservata

Commenti