Scuola
Scuola "Vittorino da Feltre"

«Per l’avvio dei lavori di sistemazione della ex sede Suore è una questione di giorni. La bozza di contratto tra le parti è pronta. Serve un po’ di pazienza e buon senso. Abbiamo tra l’altro notizie molto importanti anche sulla “Vittorino da Feltre”». Lo afferma il vicesindaco e assessore al Patrimonio, Andrea Raneri che nelle scorse ore è stato a Palermo, in trasferta presso gli uffici della Regione, per affrontare alcune questioni inerenti le scuole taorminesi. «Per i lavori nell’immobile delle Suore siamo ormai vicini all’avvio dei lavori, chiediamo ai genitori di avere un po’ di pazienza, anche perché la bozza di contratto è pronta e l’abbiamo già trasmessa alla segretaria generale del Comune, che la visionerà in settimana e poi potremo sottoscrivere l’intesa con le Suore e quindi attivare la ditta per le opere da realizzare». Si dovranno allestire, com’è noto, 18 aule per accogliere da gennaio gli studenti delle medie e delle elementari che hanno intanto iniziato l’anno scolastico alla scuola media “Ugo Foscolo di Via Cappuccini.

Missione per la Vittorino da Feltre. Intanto la trasferta a Palermo ha portato novità sulla vecchia scuola elementare “Vittorino da Feltre” chiusa per inagibilità dal 2004, e per la quale il Comune aveva intercettato a suo tempo un finanziamento poi bloccato dalla Regione nel contesto di una graduatoria regionale il cui esito venne in seguito sospeso. «La notizia che possiamo dare è che il finanziamento da circa Un milione e 800 mila euro non è stato perso, anzi lo riavremo – spiega Raneri -. Nei prossimi giorni si terrà la relativa conferenza dei servizi che la Regione ha sbloccato ed è stato risolto il problema della graduatoria. Si potrà quindi andare poi in gara e l’edificio potrà essere ristrutturato». Alla fine, proprio la “Vittorino da Feltre”, che verrà dotata dei relativi fondi, potrebbe superare nei tempi e nelle prospettive futura la scuola “Foscolo”, immobile che invece va incontro a delle difficoltà crescenti. I lavori da circa 400 mila euro che avrebbero dovuto interessare la scuola media “Foscolo” non sono mai partiti, il Comune ha chiesto che venga prorogato il termine ultimo per rendicontare le opere e allungato dal 31 dicembre di quest’anno al 31 dicembre 2018, ma a quanto pare le chance di ottenere qui dalla Regione la proroga sarebbero molto poche. A quel punto si vedrà se l’Amministrazione terra fede alla promessa fatta dal sindaco Giardina: «Se il finanziamento verrà perso, il Comune metterà dal proprio bilancio le somme». La questione è destinata ad accendere polemiche , anche se la cifra che, in effetti, sarebbe stata impiegata per la messa a norma della “Foscolo” in base all’attuale finanziamento, forse non sarebbe nemmeno bastata per completare il cantiere.

© Riproduzione Riservata

Commenti