Taormina. Palazzo Ciampoli
Taormina. Palazzo Ciampoli

Il Comune di Taormina e l’Assessorato regionale ai Beni Culturali “uniscono” le forze per dare vita insieme alla gestione di Palazzo Ciampoli. La casa municipale ha deliberato, infatti, con apposito atto di Giunta il proprio parere favorevole all’ipotesi di uno schema di accordo con la Regione Siciliana e nello specifico con l’Assessorato ai Beni Culturali «per definire strategie comuni finalizzate alla valorizzazione e fruizione di Palazzo Ciampoli e del territorio». “Approvazione dello schema di accordo di cooperazione per la fruizione e la valorizzazione di Palazzo Ciampoli”, è l’oggetto della delibera e dunque dell’accordo che hanno deciso di sancire Palazzo dei Giurati e l’assessorato regionale per la gestione del sito ristrutturato qualche anno dalla Regione.

Il sopralluogo. L’intesa fa seguito ad un incontro svoltosi nei giorni scorsi proprio a Palazzo Ciampoli, quando si è trovata in visita al sito per un apposito sopralluogo l’assessore alla Cultura, Aurora Notarianni, che ha poi incontrato in municipio il sindaco Eligio Giardina. Lo schema di accordo che l’assessore Notarianni sta predisponendo e che dovrebbe essere sottoscritto a breve regolamenterà il percorso gestionale tracciato. In base a tale schema il Comune si impegnerà ad assicurare la custodia e l’apertura al pubblico con proprio personale, e sempre il Comune verrebbe incaricato di garantire «la manutenzione e la fruizione del sito».

Fruizione e valorizzazione. Verranno poi stabiliti i termini riguardanti la ripartizione tra le parti dei proventi derivanti dalla vendita dei biglietti di accesso al palazzo. Il Comune di Taormina, «nell’intento di far convergere le proprie risorse ed energie per la promozione turistica e culturale del suo territorio e delle zone limitrofe», ha manifestato la propria intenzione e disponibilità per collaborare alla fruizione e valorizzazione del suddetto bene monumentale, attraverso la concessione in uso di “Palazzo Ciampoli”. Il Comune di Taormina ha chiesto, altresì, la stipula di un accordo per definire «strategie comuni finalizzate alla valorizzazione e fruizione di Palazzo Ciampoli e del territorio». L’assessorato ai Beni culturali, tramite il relativo assessore ha manifestato quindi la disponibilità a sottoscrivere un accordo di cooperazione per la fruizione e la valorizzazione di Palazzo Ciampoli che dovrebbe essere ratificato a breve.

© Riproduzione Riservata

Commenti