Fabrizio Micari, candidato presidente della Regione Sicilia per il centrosinistra
Fabrizio Micari, candidato presidente della Regione Sicilia per il centrosinistra

«Leggo la notizia della condanna a un anno e quattro mesi con l’interdizione dai pubblici uffici per concorso in abuso di ufficio di un candidato alle regionali con Fratelli d’Italia e Noi con Salvini. Insomma, si passa dagli impresentabili ai condannati. Non c’è male. Forse Musumeci invece di appellarsi al buonsenso degli alleati dovrebbe cominciare ad estrarre diversi cartellini rossi». L’attacco al leader del centrodestra arriva dal candidato del Pd, Fabrizio Micari.

L’hashtag al veleno. «Ma si sa che tra il dire e il fare – continua Micari – c’è di mezzo il mare, o meglio, c’è di mezzo la doppia morale di chi grida “Roma ladrona” e in Sicilia fa finta di non vedere, di non sentire. Di chi, da un lato grida Onestà a fasi alterne e dall’altro di chi, come Musumeci, sta muto facendo dell’Omertà, ormai l’hashtag ufficiale della sua corsa a presidente».

© Riproduzione Riservata

Commenti