Asm bilanci

Asm ufficializza tre bilanci consecutivi in attivo e adesso l’uscita dalla liquidazione è più vicina. A certificare sul piano formale il risanamento finanziario in atto all’azienda municipalizzata, quando sono trascorsi ormai 6 anni dall’avvio della fase di commissariamento scattata nel settembre 2011, sono i bilanci 2015 e 2016 consegnati nelle scorse ore dall’esperto contabile di Asm, il dott. Giuseppe Scarcella. Asm, nei bilanci in oggetto, ha chiuso l’esercizio 2016 con un utile di 220 mila 262 euro, al netto delle imposte correnti, mentre nel 2015 ha chiuso il bilancio con un utile di 200 mila 206 euro. Tra i dati dati più significativi sul 2016 si evincono i costi per 5 milioni 770 mila euro a fronte del valore totale della produzione (ricavi) per 6 milioni 148 mila euro con un segno più quindi di 378 mila euro di utile. Nel 2015 i costi ammontavano invece a 5 milioni 671 mila euro con 6 milioni 26 mila euro di valore della produzione, per una differenza in positivo di 355 mila euro.

Allineamento del dare-avere. Questi, dunque, i numeri che emergono dalla gestione del liquidatore Agostino Pappalardo, che si è insediato alla guida di Asm nell’ottobre 2014. Ed esattamente un anno dopo, nell’ottobre 2015, è iniziata l’attività di lavoro sui bilanci dell’esperto Scarcella, che si è pure occupato della spinosa questione di un iter “riconciliante” dei conti tra azienda e Comune sull’arco temporale 2010-2014 con il relativo allineamento del dare-avere – attività di conteggio ancora adesso in corso – che da tanti anni a questa parte è rimasto in sospeso tra le rispettive parti. Sono state quadrate le voci di bilancio relative alla cassa e alla banca, i dati fiscali e, come detto, è in atto la definizione del rapporto debito-credito tra il Comune e Asm. I bilanci 2015 e 2016 fanno seguito, in termini migliorativi, al dato positivo con il quale si era chiuso il bilancio 2014, in quel caso con un segno più pari a 60 mila euro.

Fine della liquidazione? A questo punto, oltre le ipotesi che già da tempo animavano lo scenario politico locale, Asm ha sul piano formale ha tre bilanci con il segno più in sequenza, condizione essenziale per uscire dai sei anni di commissariamento. Il 2018 dovrebbe essere l’anno del ritorno alla normalità, anche se resta da vedere se ciò avverrà prima della conclusione della legislatura o se invece dopo le elezioni di giugno, con relative valutazioni da parte della prossima Amministrazione e del nuovo Consiglio comunale. Di certo c’è che le decisioni, in qualsiasi caso, spetteranno proprio al Civico consesso, che potrebbe avviare la discussione politica già nelle prossime settimane.

© Riproduzione Riservata

Commenti