«Taormina potrebbe essere incoronata capitale della convegnistica internazionale». Così la dirigente generale dell’Assessorato regionale al Turismo, Maria Cristina Stimolo, conferma la sua attenzione verso le iniziative che partono da Taormina e, di riflesso, possono portare sviluppo turistico alla destinazione Sicilia. Ha le idee chiare la dott.ssa Stimolo, che ritiene fattibile la nascita di un workshop sul turismo congressuale che potrebbe diventare un format da portare avanti su base pluriennale. «Mi sento di dire – continua Maria Cristina Stimolo – viste anche le risorse messe a disposizione dal mio dipartimento, che Taormina potrebbe diventare meta ambita del turismo congressuale».

M.I.C.E. in Taormina-Sicily. L’intervento della dirigente generale dell’Assessorato regionale al Turismo alla cerimonia di consegna del Premio Internazionale di Giornalismo “G7 Taormina – Images and words about Sicily” fa seguito alle riunioni del tavolo tecnico preposto all’istituzione del M.I.C.E. in Taormina-Sicily. L’evento promosso dal Comune di Taormina, con il sostegno degli albergatori, sarà sostenuto dall’Assessorato Regionale al Turismo della Regione Siciliana, a cui verrà presentato quanto prima il progetto pluriennale che mira ad istituzionalizzare questo appuntamento. «Invito a presentare un progetto ben fatto, come quello proposto in occasione del G7 (Premio Internazionale di Giornalismo “G7 Taormina – Images and words about Sicily” – ndr), perché ci sono le risorse affinché Taormina possa essere veramente il biglietto da visita per il turismo congressuale e per il turismo in genere».

Turismo cinese in Sicilia. «Il prossimo anno sarà l’anno del turismo cinese– ricorda la dott.ssa Stimolo – e dobbiamo essere pronti per questa nuova sfida». Lo scorso febbraio China Tourism Academy e European Travel Commission hanno firmato a Pechino gli accordi di partenariato per lo sviluppo delle attività di promozione e implementazione del 2018, anno del turismo Europa-Cina. «I cinesi hanno preso di mira la destinazione Sicilia per questo invito le istituzioni, gli albergatori e i commercianti a prepararsi a questo nuovo evento. I turisti cinesi spendono molto ma sono anche molto esigenti».

© Riproduzione Riservata

Commenti