Cimitero di Taormina allagato
Il cimitero di Taormina allagato dopo le recenti piogge

“Non c’è pace nemmeno per i defunti a Taormina”. Lo dicono i cittadini ed è un’amara verità. Il maltempo di mercoledì scorso ha, infatti, allagato il cimitero comunale di Taormina centro. In diverse zone la pioggia ha invaso la sede stradale creando seri disagi e non pochi pericoli ai taorminesi che nelle ore del maltempo ed anche in quelle successive si sono recati, come da consuetudine, per trovare i propri cari che riposano nel complesso cimiteriale di Via Porta Pasquale. «Mezz’ora di pioggia e nemmeno i morti possono riposare in pace», lamenta con amarezza il taorminese Pancrazio Di Bennardo. Al Comune viene chiesto un intervento concreto ed efficace per regimentare le acque e sistemare i tombini, in un’area che a maggior ragione perché si tratta di un cimitero meriterebbe maggiore attenzione ed il dovuto rispetto.

Emergenze irrisolte. Il cimitero di Taormina, d’altronde, è alle prese con diversi problemi rimasti irrisolti da parecchi anni a questa parte, ed in particolare si attende da tempo immemore che venga messo in sicurezza l’ossuario in prossimità del quale c’è un muro a rischio e uno smottamento da rimuovere. La pericolosità di questa emergenza è stata sollecitata in particolare dalla consigliera comunale Graziella Longo con una interrogazione sulla condizione dell’ossuario. Le piogge, da un decennio ad oggi, hanno acuito le condizioni di fragilità del terreno in cui si trova l’ossuario e di un punto dove sussiste una voragine di oltre 10 metri di profondità. L’iter per la realizzazione di lavori all’ossario sinora non si è mai sbloccato. A rischio crollo c’è un muro visibilmente lesionato e persino le transenne che delimitano l’area dell’ossuario sono finite in bilico verso il precipizio. Serve, insomma, una soluzione per mettere in sicurezza la frana e porre finalmente rimedio al dissesto idrogeologico in essere.

© Riproduzione Riservata

Commenti