Premio Internazionale di Giornalismo G7 Taormina

Lucilla Niccolini, Elizabeth Warkentin, la tv nazionale giapponese Mainichi Broadcasting System e Laura Pintus riceveranno domani sera all’Hotel Caparena di Taormina il Premio Internazionale di Giornalismo “G7 Taormina – Images and words about Sicily”. «Il G7 di Taormina ha rappresentato un momento di grande visibilità mondiale per il nostro territorio – afferma il presidente del Premio Italo Mennella – offrendo un’immagine di efficienza e ospitalità che caratterizza anche le strutture alberghiere che mi onoro di rappresentare in qualità di presidente di Federalberghi Taormina. Siamo orgogliosi che la nostra associazione albergatori sia stata scelta dal Governo italiano come punto di riferimento per l’accoglienza, questa collaborazione partita dall’annuncio della sede del G7 a Taormina ha portato agli ottimi risultati che si sono poi visti nei giorni del summit. Con il Premio internazionale di Giornalismo abbiamo voluto fotografare questo evento storico affinché si continuasse a parlare di Taormina e della Sicilia anche dopo il G7».

Promuovere il territorio. La giuria ha premiato gli articoli, i servizi giornalistici e i reportage che oltre a raccontare l’evento politico del G7 sono riusciti a mettere in luce le peculiarità e le attrattive di Taormina e Giardini Naxos, del comprensorio jonico, dell’Etna e, più in generale, della Sicilia. «Nel lavoro di valutazione abbiamo rilevato – spiega la dirigente dell’Ufficio Turistico Regionale di Taormina, Daniela Lo Cascio – l’importanza mediatica che il G7 ha avuto. Questo premio è un riconoscimento ai giornalisti che hanno esaltato l’impeccabile e sofisticata accoglienza che Taormina ha riservato ai Grandi della Terra confermandone, semmai ve ne fosse stato bisogno, la sua straordinaria vocazione turistica». «La partecipazione del Parco Archeologico di Naxos Taormina – afferma la direttrice Vera Greco – oltre a siglare il ruolo vitale dello stesso all’interno della rete viva del territorio, sottolinea l’importanza della riconosciuta autonomia finanziaria grazie alla quale è stato possibile supportare l’iniziativa, cominciando quel percorso virtuoso per cui le risorse del territorio vengono investite nello stesso».

Raccontare i luoghi del G7. I vincitori che prenderanno parte alla cerimonia di premiazione hanno annunciato che nei prossimi giorni realizzeranno altri servizi per raccontare i luoghi del G7. «Il summit è stato un’occasione magnifica – sottolinea il presidente Federalberghi Giardini Naxos, Giovanni Russotti – per raccontare le virtù e i valori della nostra Terra. I mezzi di informazione hanno interpretato e diffuso le immagini di una Sicilia accogliente, innovativa e di qualità. Abbiamo riconosciuto e premiato il loro lavoro nell’impegno di continuare a testimoniare le opportunità della nostra isola». Dello stesso avviso anche il presidente di Federalberghi Riviera Jonica Messina, Pierpaolo Biondi: «Il Premio Giornalistico è un’idea nata per ricordare nel tempo l’immagine del nostro territorio, beneficiando del grande lavoro fatto dai giornalisti presenti, premiando coloro che con i loro servizi giornalistici hanno proiettato nel mondo l’accoglienza della Sicilia e le sue bellezze. Questo non solo rappresenta un grande momento di sinergia e collaborazione tra enti pubblici ed associazioni di categoria, ma l’inizio di nuove tecniche di promozione turistica a livello internazionale, la cui ricaduta sarà sicuramente riscontrabile negli anni a venire».

La premiazione. Una serata che coniuga la premiazione di prestigiose firme del giornalismo internazionale alle eccellenze della Sicilia. La giuria, presieduta da Italo Mennella, ha selezionato per la categoria ‘Carta stampata’ Lucilla Niccolini, giornalista del Corriere Adriatico; per la categoria ‘Web e blog’ Elizabeth Warkentin, giornalista canadese freelance che collabora con la testata on line “The Independent”, per la categoria ‘Tv e radio’ la redazione della tv nazionale giapponese MBS TV – Mainichi Broadcasting System. La giuria del Premio ha deciso, inoltre, di assegnare una menzione speciale alla giornalista Laura Pintus di Rai2 per “aver realizzato nei giorni del G7 molti servizi interessanti dal punto di vista promozionale”. I vincitori riceveranno una medaglia in argento, realizzata dall’atelier orafo “Le Colonne” di Taormina, copia di quelle donate dal Governo italiano ai Capi di Stato ospiti del G7 e in un voucher valido per un soggiorno di una settimana per 2 persone da usufruire entro il 2018.

Degustazione delle eccellenze siciliane. Dopo la cerimonia di consegna del Premio seguirà un momento musicale affidato all’Orchestra a Plettro Città di Taormina e la degustazione “Eccellenze del gusto” di Sicilia a cura degli chef Luca Miuccio e Domenico Triolo. «Il G7 è stata un’opportunità unica per Taormina e tutto il comprensorio – afferma il presidente del Gal “Taormina-Peloritani” Giuseppe Lombardo – ma se non si realizza quella rete necessaria a mettere insieme produttori locali di eccellenza e operatori turistici le aree rurali dei Peloritani non godranno di nessun vantaggio da questo grande evento. La missione del Gal per i prossimi anni sarà quella di creare maggiori opportunità per fare rete fra le imprese del territorio». Anche il presidente del Gal “Terre dell’Etna e dell’Alcantara”, Cettino Bellia, sottolinea la necessità di fare sistema: «Il premio di Giornalismo è un esempio che quando si vuole si riesce a fare squadra per promuovere al meglio il territorio. Il G7 è stato un’occasione importante per fa conoscere all’esterno Taormina, l’Etna e tutto il comprensorio, e la stampa in questo ha avuto un ruolo centrale, adesso dobbiamo continuare mettendo in campo quelle sinergie per promuovere le bellezze e le eccellenze locali».

Strategie turistiche. «Per la prima volta a Taormina grazie alla sinergia tra associazione albergatori, assessorati regionali e varie categorie produttive – afferma il presidente dell’Associazione Guide Turistiche provincia di Messina, Ernesto Fichera – si è riusciti a creare un premio giornalistico che coinvolgendo la stampa proveniente da tutto il globo ha fatto sì che l’evento avesse risonanza internazionale prima, durante e dopo. Per gli addetti ai lavori risulta di fondamentale importanza che si parli di Taormina a lungo e tutto ciò assume particolare rilevanza anche alla luce del fatto che tra poco più di un mese Taormina torna ad essere sotto i riflettori il G7 delle Pari Opportunità». Per il Presidente emerito dell’Uftaa, Mario Bevacqua il Premio dovrebbe essere l’inizio di una strategia turistica da perseguire: «L’Uftaa ha colto l’occasione di partecipare per offrire a Taormina e la Sicilia la grande opportunità di essere presente in campo internazionale. Tutte le agenzie del mondo nostre associate hanno apprezzato l’evento nell’evento e sono pronte a continuare per dare il loro contributo ad un territorio che ora sanno unico al mondo».

Il premio. “G7 Taormina – Images and words about Sicily” promosso dagli assessorati al Turismo, Agricoltura e Beni Culturali della Regione Siciliana, dal Parco Archeologico di Naxos, dai Comuni di Taormina e di Giardini Naxos, dalle Associazioni Albergatori Federalberghi Taormina, Federalberghi Giardini Naxos e Federalberghi Riviera Jonica Messina, il Gal “Taormina-Peloritani” e il Gal “Terre dell’Etna e dell’Alcantara”, si avvale della collaborazione dell’UFTAA (United Federation of Travel Agents’ Associations), del Consorzio Cioccolato di Modica, del Consorzio per la tutela dei Vini Etna doc, del Consorzio Limone Interdonato Igp, della Fondazione Taormina Arte, del Maas (Mercati Agricoli Alimentari Siciliani) dell’Unpli Sicilia (Unione Nazionale Pro Loco Italiane), dell’Associazione Imprenditori per Taormina e delle Associazioni Guide turistiche di Messina e Catania.

© Riproduzione Riservata

Commenti