Letojanni. Frana A18 del 5 ottobre 2015
Letojanni. Frana A18 del 5 ottobre 2015

Buon compleanno frana! La frana è quella che dal 5 ottobre 2015 ostruisce l’autostrada Messina-Catania all’altezza di Letojanni. Domani alle 11.30 in piazza Cagli ci sarà una manifestazione per festeggiare i due anni dallo smottamento che invase l’A18 in direzione Catania. L’iniziativa nata su Facebook sta ottenendo sempre più adesioni. A seguire l’evento in diretta televisiva anche la trasmissione L’aria che tira della rete nazionale La7.
La protesta nata su Facebook. La rabbia è tanta. Dal giorno in cui l’autostrada rimase interdetta al transito, invasa dall’enorme smottamento di terra, si sono susseguiti appelli ed incontri anche con i massimi esponenti degli enti interessati, ma dopo due anni la frana è ancora lì. E vogliono “festeggiarla” i responsabili di due gruppi Facebook, Francesco Puglisi (Maxi protesta per le condizioni della A-18) e Stefano Costantino (A-18 e A-20, le autostrade siciliane della vergogna), che dai social hanno lanciato l’iniziativa. «Siete tutti invitati – esordisce Francesco Puglisi in un video postato su Facebook – portate palloncini, festoni, dolci e pasticcini: sarà un modo elegante per protestare».

Il caso su La7. Un compleanno che sarà festeggiato in grande stile anche con la presenza della televisione. La trasmissione L’aria che tira di La7 si collegherà per seguire la manifestazione di domani in piazza Cagli. «Sarà un’occasione unica grazie alla cassa di risonanza mediatica – continua Puglisi -per gridare la nostra indignazione. Adesso la vostra presenza è fondamentale». L’indignazione è quella dei tanti automobilisti che ogni giorno si trovano a percorrere, con tanto di pedaggio, l’autostrada A-18 Messina –Catania. «È inammissibile che nel 2017 – spiegano Francesco Puglisi e Stefano Cosentino promotori dell’iniziativa – ci vogliano più due anni per rimuovere una frana lungo un’arteria autostradale e mettere in sicurezza un’area dove migliaia di utenti rischiano quotidianamente la vita per il doppio senso di circolazione. Senza tralasciare – spiegano Puglisi e Costantino – tutti gli altri disservizi lungo la tratta come la galleria di S. Alessio, ancora chiusa e con doppio senso lungo il tunnel della corsia opposta. E poi la segnaletica carente e la vegetazione che invade le corsie».

I tempi. La speranza dei promotori della manifestazione è che sia l’ultimo compleanno. Se lo augura anche il sindaco di Letojanni, Alessandro Costa: «Dalle ultime riunioni che abbiamo fatto con il Consorzio autostrade siciliane, incaricato di effettuare i lavori sotto la supervisione del Dipartimento regionale della Protezione Civile, è emerso che entro la fine dell’anno l’opera sarà cantierabile. Siamo difronte ad una situazione particolare che ha sollevato parecchi dubbi sull’ipotesi progettuale che prevede non solo la rimozione della frana ma anche i lavori di consolidamento del costone e della galleria paramassi».

© Riproduzione Riservata

Commenti