Sala consiliare Palazzo dei Giurati a Taormina. Da sinistra: Lo Cascio, Biondi, Mennella, Grasso, Cilona, Stimolo, Ridolfi
Da sinistra: Lo Cascio, Biondi, Mennella, Grasso, Cilona, Stimolo, Ridolfo

Avviata la discussione a Palazzo dei Giurati per l’istituzione di un workshop internazionale del turismo a Taormina. Al vertice tenutosi nelle scorse ore in aula consiliare hanno preso parte tutte le parti interessate alla realizzazione dell’evento che – se programmato e strutturato nelle opportune modalità – potrebbe creare delle condizioni in grado di consolidare ed eventualmente allargare, nel lungo termine su base pluriennale, i flussi turistici di Taormina e più in generale della destinazione Sicilia.

Individuare il target. Sul tema si sono confrontati l’Amministrazione comunale, gli albergatori, i tour operator e gli addetti ai lavori del settore turistico e la Eurofiere di Messina che si è proposta di organizzare l’evento a Taormina. E c’era anche la Regione Siciliana, rappresentata dalla dott.ssa Maria Cristina Stimolo, nuovo dirigente generale dell’Assessorato regionale al Turismo che ha invitato i presenti ad individuare innanzitutto l’esatta tipologia ed il target dell’evento che si intende porre in essere. Nel corso della riunione si è discussa la possibilità di approntare un workshop che potrebbe articolarsi in uno o più momenti con una prima edizione nel 2018 e che, a detta dei partecipanti, non dovrebbe comunque essere un appuntamento generalista (in un contesto in cui ce ne sono già oltre 50 in Italia) ma semmai una manifestazione in grado di attrarre un target di settore specifico. Tra le ipotesi fatte in aula c’è quella di programmare un workshop sul lusso ma si è anche ipotizzato un evento di rilievo nazionale sui borghi turistici. Nei prossimi giorni verrà fissata dalla Giunta taorminese una nuova riunione per approfondire i contenuti di quel che potrebbe essere realizzato.

I partecipanti al tavolo. I lavori in aula consiliare sono stati moderati dal direttore di TaorminaToday, Emanuele Cammaroto. Sono intervenuti al dibattito, oltre alla dott.ssa Stimolo, Eligio Giardina (sindaco di Taormina), Salvo Cilona (assessore comunale al Turismo), Italo Mennella (presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina), Mario Bevacqua (presidente emerito di Uftaa, Federazione internazionale degli Agenti di Viaggio) Piero Benigni (direttore Ada Sicilia, Associazione dei Direttori di Albergo), Antonio Belcuore (presidente della Fondazione Carnevale Sicilia), Pancrazio Di Leo (vicepresidente di Ebrts, Ente Bilaterale regionale per il Turismo), Piero Ridolfo e Piero David (Eurofiere di Messina), Carmelino Fichera (general manager Sat Group), Filippo Grasso (docente Università di Messina e già esperto dell’assessorato regionale al Turismo), Daniela Lo Cascio (direttore del Str Taormina), Simone Messina (general manager Nh Hotel Taormina), Salvatore Piscopo (organizzatore della Fiera del Mediterraneo di Palermo), Nicola Salerno (responsabile Egmont Viaggi), Gianni Ficarra (presidente dell’Associazione B&B e Case d’Epoca Città di Taormina), Pierpaolo Biondi (presidente Federalberghi Riviera Ionica Messina) e Alessandra Caltabiano (presidente della Quarta Commissione Consiliare), Salvatore D’Agostino (segretario generale della Fisascat Cisl Messina) e Antonio D’Aveni (presidente del Consiglio comunale).

© Riproduzione Riservata

Commenti