Parcheggio della Stazione ferroviaria di Taormina
Parcheggio della Stazione ferroviaria di Taormina

Fumata nera in Consiglio comunale sulla proposta di acquisto avanzata da Asm per il parcheggio della Stazione ferroviaria di Taormina. L’azienda servizi municipalizzati aveva chiesto, con determina del commissario liquidatore Agostino Pappalardo, già dallo scorso luglio, al Civico consesso di pronunciarsi sulla questione al fine di dare parere positivo alla partecipazione da parte di Asm al bando di gara per la prevista vendita dell’area sita a Villagonia. Ma il Civico consesso che aveva più volte rimandato l’esame del punto, ha lasciato di fatto decadere il tutto, senza affrontare l’argomento. Il punto in oggetto figurava all’ordine del giorno dei lavori del Consiglio comunale di giovedì scorso ma non è stato neppure discusso. L’assemblea si è soffermata sulla nomina del Collegio dei Revisori dei Conti senza soffermarsi sulla tematica del parcheggio della Stazione. In sostanza è prevalsa implicitamente la volontà di non dare il placet ad Asm per effettuare questa operazione. Rispettate quindi le previsioni della vigilia che ipotizzavano le perplessità dell’assemblea su questa iniziativa e poca volontà anche di prendere in esame la proposta di acquisto dell’area da parte di Asm. Si trattava di fatto dell’ultima possibilità che c’era per autorizzare Asm a partecipare alla gara indetta dalle Ferrovie dello Stato, che hanno messo in vendita l’area a sosta di 5 mila 70 mq a 570 mila euro. Il temine utile per partecipare alla gara era previsto all’indomani del Consiglio, nell’appena trascorsa giornata di venerdì 29 settembre. Anche in caso di nulla in extremis del Consiglio, Asm avrebbe avuto poi pochissime ore a disposizione per trasmettere la documentazione ai competenti uffici di Palermo che si occupano dell’espletamento della gara.

Il boomerang della liquidazione. La vendita concerneva per esattezza un’area attrezzata e recintata utilizzata come parcheggio, che è appunto la zona a sosta della Stazione ferroviaria di Taormina. La politica taorminese ha ritenuto poco opportuna questa iniziativa, e su questo orientamento pare aver inciso anche il fatto che Asm sul piano formale è ancora in liquidazione e lo è ormai dal 2011, anche se la situazione finanziaria dell’azienda appare in piena fase di risanamento. Se fosse stata acquisita da Asm, questa area avrebbe potuto comunque rappresentare un supporto anche per l’utenza del vicino ospedale San Vincenzo. La municipalizzata di Taormina, che già collega ogni giorno il centro della città con il presidio ospedaliero di contrada Sirina, poteva insomma mettere a disposizione dell’utenza diretta in ospedale anche questa ulteriore area e migliorare la situazione di ormai cronica carenza di posti auto per chi deve dirigersi al presidio. Ad un decennio di distanza dal periodo 2005-2006 in cui Asm aveva già gestito il parcheggio della stazione con una breve parentesi poco fortunata, non ci sarà insomma il bis e non ci sarà l’acquisto dell’area in vendita.

Quale destino per l’area a sosta? Ora ci si chiede che fine farà il parcheggio della stazione ferroviaria di Villagonia, quale privato lo acquisterà e quale sarà poi la finalità di utilizzo di tale area, in una frazione che è stata per tanti anni al centro del dibattito sull’ormai tramontata ipotesi di un porto turistico (al cui proposito, come si ricorderà, il Comune di Taormina e la relativa conferenza dei servizi ha bocciato i progetti di realizzazione della struttura per nautica da diporto). Di riflesso ci si chiede anche se Asm destinerà ad altre iniziative la somma che era stata messa a disposizione per tentare l’acquisto del parcheggio di Villagonia. Nei giorni scorsi intanto è stato disposto dal liquidatore Pappalardo l’acquisto di due nuovi scuola bus con un costo complessivo di 116 mila euro.

L’eterna incompiuta. Sullo sfondo rimane il “sogno proibito” che magari possa risvegliarsi il progetto per la necessaria realizzazione degli ascensori di collegamento tra il Lumbi e il centro storico. Tuttavia il sistema meccanico dedito alla connessione rapida tra il posteggio nord di Taormina e la zona di Fontana Vecchia è un discorso di cui si è parlato una miriade di volte da un ventennio ad oggi senza che questa iniziativa sia mai diventata realtà e chissà se l’opera verrà mai realizzata.

© Riproduzione Riservata

Commenti