Taormina. Palazzo dei Giurati sede del Municipio di Taormina
Taormina. Palazzo dei Giurati sede del Municipio di Taormina

Il Comune di Taormina fa ricorso al Tar di Palermo per l’annullamento del decreto regionale emesso lo scorso luglio dall’Assessorato ai Beni culturali con il quale è stato nominato un Commissario straordinario al Parco di Naxos nella persona dell’avvocato Nunziello Nastasi. Il Commissario, come si ricorderà, venne nominato dall’allora assessore Carlo Vermiglio (ora sostituito in Giunta per la fase finale della legislatura dall’avvocato Aurora Notarianni) quale commissario straordinario con i poteri del Comitato Tecnico Scientifico del Parco di Naxos (ente che comprende beni come il Teatro Antico, Isola Bella e Villa Caronia a Taormina e il Parco archeologico di Giardini Naxos).

«Il decreto – rende noto il Comune di Taormina – non ha le sue basi in una legge in vigore ma solo in un ddl che acquista efficacia solo dopo la conversione in legge e la pubblicazione nella gazzetta ufficiale della Regione Siciliana. Inoltre come si evince dal decreto impugnato la unica motivazione che ha determinato la nomina del commissario è riconducibile esclusivamente al disegno di legge n.1212 A, recante nome per la istituzione dei nuovi parchi archeologici in Sicilia e modifiche alla legge regionale del 3 novembre 2000 n.20 attualmente incardinato per la discussione tra i disegni di legge all’ordine del giorno dell’attuale sessione parlamentare dell’Assemblea Regionale Siciliana. Anziché rinnovare il Comitato Scientifico scaduto, con la riconferma obbligatoria dei componenti di diritto, l’assessore ha allora emanato il decreto di nomina del commissario». Con precedente decreto del 23 gennaio 2014 la Regione e sempre l’assessorato regionale ai Beni culturali aveva nominato componenti del Comitato Scientifico i tre sindaci dei Comuni componenti del Parco.

Comitato “esautorato”. La casa municipale contesta insomma alla Regione di aver esautorato il Comitato Scientifico sostituendolo con un commissario straordinario. Il Parco di Naxos come si ricorderà si compone dei Comuni di Taormina, Giardini Naxos e Francavilla di Sicilia, con la rappresentanza ovviamente del parco stesso che è diretto dall’architetto Vera Greco. Analoga azione di ricorso alla nomina di un commissario in sostituzione del Comitato Scientifico era stata intrapresa in precedenza dal Comune di Giardini, sovrinteso dal sindaco Nello Lo Turco. Il Comune di Taormina ha ora impegnato 4mila 762 mila euro in bilancio per la nomina di un legale che si occuperà del ricorso da presentare al Tar. La questione potrebbe, ad ogni modo, avviarsi poi anche ad una eventuale interlocuzione tra le parti quando si insedierà il nuovo Governo regionale a seguito delle ormai imminenti elezioni del 5 novembre.

© Riproduzione Riservata

Commenti