Il municipio di Calatabiano
Il municipio di Calatabiano

La tematica dei parcheggi sul suolo comunale si rivela spesso una “patata bollente” nelle mani degli amministratori di turno. Le carenze nelle piante organiche dei Comuni nonché la scarsa lungimiranza di chi governa la cosa pubblica rischiano spesso di trasformare un’opportunità in una palla al piede. Non è certamente il caso del Comune di Calatabiano dove si contano 143.120,00 gli euro incassati durante i mesi estivi. La somma è derivata dalla vendita dei ticket per la sosta e dalle multe elevate dagli agenti di Polizia Municipale nella Regia Trazzera n.644. Il servizio, affidato all’associazione locale “Promoloco”, dal 01-07-2017 al 10-09-2017, era volto a garantire ordine pubblico e sicurezza pubblica, oltre che a regolamentare la sosta dei veicoli nell’area.

Controllo sul territorio ed efficienza del servizio. Diciotto unità lavorative, impiegate nelle 9 postazioni, per 2 turni giornalieri, hanno garantito una presenza costante sull’area di sosta e assistito l’utenza. L’ente, che ha ricevuto in comodato d’uso la Regia Trazzera dal Demanio, reinvestirà buona parte della somma per riqualificare l’intera area, potenziandone i servizi per turisti e bagnanti. Il Demanio Trazzerale di Palermo, attuale proprietario della Regia Trazzera n.644, ha infatti rinnovato al Comune di Calatabiano la concessione del suolo per la trasformazione in rotabile, pista ciclabile con relative opere d’arte e parcheggi fino al 17-06-2019.

La soddisfazione del sindaco Intelisano. «Sono doppiamente soddisfatto per i risultati ottenuti quest’anno»- dichiara il sindaco Giuseppe Intelisano. «Il nostro Comune ha guadagnato non solo in termini economici, ma soprattutto in immagine. I giovani dell’associazione, impegnati nel progetto, hanno svolto un ottimo lavoro con turisti e bagnanti, fornendo loro assistenza ed informazioni. La nostra amministrazione – prosegue il primo cittadino – punta a potenziare l’offerta per chi sceglierà di trascorrere l’estate nelle nostre località balneari. Docce, maggiori servizi per i disabili (affinché possano accedere più agevolmente alla spiaggia) e bagni pubblici a pagamento, sono alcune delle nostre idee per il prossimo anno».

Il ruolo positivo della Polizia Municipale. Fondamentale il ruolo della Polizia Municipale che, nei mesi estivi, ha presidiato l’area balneare e garantito il corretto svolgimento del servizio. «Sono in tutto 1700 le multe elevate, di cui la metà già oblate» – ricorda il Comandante, Carmelo Paone, che esprime ampia soddisfazione per i risultati ottenuti in termini economici e di sicurezza per i bagnanti. «Un particolare plauso – dice Paone – va agli operatori dell’associazione Promoloco, agli agenti della Polizia Municipale e agli agenti contabili per lo svolgimento di questo progetto che quest’anno, nonostante sia partito poche settimane dopo le elezioni amministrative, ha raggiunto ottimi risultati».

La situazione a Giardini Naxos. Se Calatabiano sorride, lo stesso non si può dire per il Comune di Giardini Naxos. Eppure già nel giugno del 2016 con la Delibera di Giunta n.102 l’Assessore al ramo Villari aveva tentato di esternalizzare senza successo la gestione del parcheggio di Contrada San Giovanni e del parcheggio “Salluzzo” (Previa concessione, mai arrivata, del CAS, ente proprietario). La mancanza di una strategia alternativa ha finora comportato un evidente ritardo da parte dell’ente nello sfruttamento di una risorsa che potrebbe essere strategica nell’economia dei conti pubblici dell’ente locale. Stessa confusione si è potuta riscontrare, quest’estate, nella gestione delle zone di sosta a pagamento (strisce blu). Lo stesso Villari, con Delibera di Giunta n.63 del 2016 aveva stabilito che il servizio fosse gestito “in house” dalla casa Municipale assegnando risorse per 40.000 euro. Tuttavia è parso subito evidente come la Casa Municipale non disponesse delle risorse umane necessarie per garantire un livello accettabile di controllo sul territorio naxiota.

© Riproduzione Riservata

Commenti