Nuova Stazione Ferroviaria Taormina
Nuova Stazione Ferroviaria Taormina

La Giunta comunale sta per trasmettere al Consiglio comunale il progetto per la nuova stazione ferroviaria di Taormina che il Governo e le Ferrovie dello Stato intendono realizzare nell’ambito del previsto raddoppio ferroviario. «Ci chiedono di determinarci in fretta quindi a breve trasmetteremo gli atti al Consiglio comunale», ha evidenziato il sindaco Eligio Giardina. I fondi infatti per le opere sono stati stanziati e si tratta quindi di completare i passaggi procedurali con i relativi pareri e le deliberazioni chieste ai Comuni interessati dall’iniziativa del Governo. In tal quadro rientra la stazione di Taormina che non viene più individuata a Villagonia nella storica struttura attuale, destinata ad essere chiusa e trasformata in una sede museale. La nuova stazione sarà sotterranea e viene prevista ai piedi del piazzale della Madonnina lungo cioè la Via Garipoli, bretella della A18, in un punti che al momento accoglie con l’impegno di una ditta privata i tanti bus turistici diretti a Taormina.

Il Consiglio comunale verrà quindi chiamato in tempi brevi a dare il proprio placet all’avveniristica opera. «Ci è stato espressamente detto che essendoci già i fondi a disposizione per le opere, hanno fretta di iniziare a cantierare il tutto, pertanto non si tratta di un qualcosa campato in aria ed è invece un progetto concreto», ha aggiunto Giardina. La nuova stazione ferroviaria sorgerebbe in sostanza sotto il piazzale della Madonnina e di riflesso in un tratto poi collegato direttamente con il parcheggio Lumbi. Vengono previsti 16 ascensori e 6 coppie di scale mobili, 6 scale fisse e una coppia di tappeti mobili per il collegamento proprio tra la zona Madonnina e il piazzale del Lumbi.

I dettagli del progetto. Gli elementi emergenti della futura Stazione sono le 3 uscite costituite da pensiline con finitura in acciaio, attraversate da feritoie che tracciano sottili fili di luce e da muri di contenimento rivestiti in pietra, originando una integrazione di materiali tradizionali di origine locale, utilizzati in chiave contemporanea unitamente a materiali nuovi e quindi maggiormente all’avanguardia. Previsti anche un piano banchine con due bracci di 350 metri di lunghezza e ogni banchina verrà dotata di tre cunicoli trasversali che conducono ai rispettivi blocchi di scale. Altri due cunicoli condurrebbero a coppie di ascensori per le persone diversamente abili. Per il parcheggio Lumbi viene prevista, tra le varie cose, la dotazione funzionale di un atrio con biglietteria automatica e tornelleria, servizi igienici appositi, una unità commerciale, infopoint e parcheggio; all’altezza della Madonnina anche lì un atrio con biglietteria automatica e tornelleria, servizi igienici e locale controllo della nuova stazione con un drop off. Sul lato mare della Stazione viene prevista una uscita in direzione Giardini con unità commerciale e altra postazione infopoint e la sosta bus con 3 stalli e spazi per i taxi.

© Riproduzione Riservata

Commenti