Protezione civile

«Regolamentare al più presto con la stipula di una apposita convenzione i rapporti del Comune con la Protezione Civile di Taormina, che rappresenta un punto di riferimento per le emergenze sul territorio e più in generale per la comunità di Taormina». La richiesta al Comune di Taormina arriva dalla presidente della Quarta Commissione Consiliare, Alessandra Caltabiano, che in un odg presentato in Consiglio comunale pone il problema della necessaria definizione del rapporto tra i volontari di Radio Valle Alcantara, divenuti nel tempo una presenza molto importante nel territorio, e l’ente locale. «Si invita l’Amministrazione comunale nella figura del Sindaco quale autorità comunale della protezione civile e il Funzionario responsabile dell’attività di protezione civile – scrive in una nota Caltabiano – a definire e sottoscrivere specifica convenzione con cui regolamentare i rapporti, le obbligazioni, le competenze e le procedure finalizzate all’attività protezione civile tra il Comune di Taormina e l’Associazione di volontariato di protezione civile Radio Valle Alcantara».

Uomini, mezzi e professionalità. «Si ritiene urgente la predisposizione di specifica convenzione tra Comune di Taormina e l’Associazione di volontariato di protezione civile Radio Valle Alcantara con cui definire gli impegni dell’Associazione e gli ambiti dell’attività (quali ad esempio: messa a disposizione di uomini, mezzi e professionalità, collaborazione per corsi di formazione, addestramento per gli operatori, supporto all’aggiornamento al Piano Comunale di protezione civile, diffusione delle informazioni sulle tematiche della protezione civile presso le scuole di Taormina e così via)». Caltabiano chiede dunque alla casa municipale di accelerare la definizione dei rapporti con la Protezione Civile locale, evidenziando che «l’Associazione di volontariato di protezione civile Radio Valle Alcantara si è sempre resa disponibile nelle fasi emergenziali ed in generale in tutti gli eventi in cui questa Amministrazione ha richiesto la sua presenza».

© Riproduzione Riservata

Commenti