L'assessore ai Lavori Pubblici, Gaetano Carella
L'assessore ai Lavori Pubblici, Gaetano Carella

Virata a 360 gradi del Comune di Taormina su Via Pirandello, almeno nelle intenzioni, e aspettando che venga sistemato sul serio (e in fretta) il manto stradale, si passa da una lettera del sindaco alla ditta all’input dell’assessore ai Lavori pubblici all’Ufficio Tecnico. «In Via Pirandello interverrà direttamente il Comune, non possiamo aspettare che le prossime piogge facciamo altri danni e vadano a peggiorare la situazione in modo ancora più evidente». Lo rende noto l’assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Carella, che interviene per fare chiarezza sulla situazione della strada provinciale che è una groviera a pochi mesi di distanza dal G7 dello scorso maggio e sulla quale tra l’altro il sindaco aveva scritto una lettera proprio alla ditta di Mussomeli che aveva eseguito le opere di asfaltatura del manto per il vertice dei sette grandi. Il primo cittadino Giardina ha invitato l’impresa che aveva asfaltato la strada provinciale a maggio a rifare le opere nel tratto franato lo scorso luglio dopo un acquazzone estivo: «I lavori sono stati fatti male, devono intervenire nuovamente e sistemare loro quella voragine e glielo abbiamo comunicato», aveva reso noto Giardina. Adesso Palazzo dei Giurati ha scelto di cambiare in corsa la strategia per sistemare la “Pirandello” e Carella annuncia che sarà direttamente il Comune a procedere in via immediata.

Realizzare una vasca. «Faremo una vasca di decantazione delle acque e cercheremo subito di canalizzare il tutto per evitare che la situazione possa aggravarsi ulteriormente con le prossime piogge. Ho parlato con il dirigente dell’Ufficio Tecnico, ing. Massimo Puglisi, e gli ho detto che non è più ammissibile che la Via Pirandello si presenti all’utenza nelle condizioni in cui si trova da ormai tre mesi e pertanto dobbiamo cercare una soluzione rapidamente e prima ancora di definire la situazione con la ditta. Intanto si attiverà il Comune e nel risolvere la problematica ci può dare supporto anche il Consorzio Rete Fognante che si occupa della rete consortile». Lungo la strada provinciale che congiunge la zona di Capo Taormina al centro storico di Taormina già in piena estate, a luglio, è spuntata una voragine ma, come detto, non si è ancora registrato nessun intervento, né da parte della Città Metropolitana di Messina e nemmeno del Comune di Taormina per ripristinare le condizioni di percorribilità del tratto in questione.

Malumori dell’utenza. Perplessità e proteste hanno accompagnato sinora la situazione della Via Pirandello con la gente che non ha gradito il fatti che da luglio ad oggi la strada sia rimasta transennata e con un ampio tratto di manto stradale completamente saltato e di conseguenza impedito al passaggio veicolare. La carreggiata attualmente è ristretta in prossimità dei curvoni che portano all’ex Toutva e in prossimità anche di Villa La Falconara. La gente ha mostrato di essere contrariata soprattutto perché in una strada così frequentata e trafficata non è pensabile che la carreggiata rimanga con delle transenne per diversi mesi senza che si intervenga subito. Anche per questo Carella ha chiesto ora all’Ufficio Tecnico di attivarsi per riparare la voragine e far ripristinare il manto stradale. «Altrimenti alle prossime piogge il problema diventerà ancora più grave ed evidente e diventerà ulteriormente difficile ed oneroso risolvere la situazione», aggiunge l’assessore.

© Riproduzione Riservata

Commenti