Giancarlo Cancelleri, il candidato presidente della Regione Sicliana del M5s
Giancarlo Cancelleri, il candidato presidente della Regione Sicliana del M5s

«Ho scelto i componenti del cosiddetto listino del presidente per le elezioni regionali del 5 novembre. In questi anni il gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle all’Ars è diventato la mia seconda casa; la mia seconda famiglia. Avrei preferito che ne facessero tutti parte ma il listino deve essere formato da tre uomini e tre donne (oltre che da me)». Lo afferma Giancarlo Cancelleri, candidato presidente della Regione dei Cinque Stelle per la consultazione elettorale del 5 novembre.

Anti-minestroni. «Siamo i primi a presentarlo – spiega Cancelleri -, mentre gli altri stanno ancora litigando per decidere chi mettere (si consumano i peggiori equilibri di potere).
La differenza fra il M5S e i grandi minestroni di destra e di sinistra sta proprio nella loro litigiosità da un lato e nella nostra serena compattezza dall’altro. Faranno parte del listino: Gianina Ciancio, Salvatore Siragusa, Vanessa Ferreri, Stefano Zito, Valentina Zafarana e Sergio Tancredi».

Stop ai vitalizi. «La prima cosa che faccio, se sarò eletto presidente – aggiunge Cancelleri -, sarà quella di tagliare gli stipendi dei deputati regionali e di abolire i vitalizi degli ex deputati regionali. Valgono 17 milioni di euro. Con quei soldi voglio farci un fondo per dare un aiuto alle giovani donne lavoratrici autonome. Una lavoratrice, troppo spesso purtroppo, deve rinuncia a diventare madre perché non può lasciare il proprio lavoro. Una cosa profondamente ingiusta, oltre che incivile, per una regione come la nostra. Quindi metteremo quei soldi al servizio di queste lavoratrici e di tutte quelle persone bisognose».

© Riproduzione Riservata

Commenti