Cancelleri Di Maio e Mennella
Cancelleri Di Maio e Mennella

«Stamattina siamo stati a Taormina per ascoltare le istanze e i suggerimenti degli albergatori, asset fondamentale della gestione di tutto il sistema turistico della Regione. Quel turismo che, nella bocca di tutti, dovrebbe essere il volano di tutta l’economia regionale e che invece, nella realtà, è abbandonato alla libera iniziativa meritoria di poche persone che non vogliono arrendersi ad uno spreco del genere». Lo ha dichiarato Giancarlo Cancelleri, il candidato governatore del M5S stamattina in visita a Taormina insieme al candidato premier dei Cinque Stelle, Luigi Di Maio. Ad accoglierlo a Taormina c’era il presidente degli Albergatori, Italo Mennella (presidente anche di Ebrts, Ente Bilaterale Regionale per il Turismo).

Stop ai vitalizi. «La prima cosa che farò, se sarò eletto presidente, sarà quella di tagliare gli stipendi dei deputati regionali e di abolire i vitalizi degli ex deputati regionali. Valgono 17 milioni di euro», ha evidenziato Cancelleri. «Con quei soldi voglio farci un fondo per dare un aiuto alle giovani donne lavoratrici autonome. Una lavoratrice, troppo spesso purtroppo, deve rinunciare a diventare madre perché non può lasciare il proprio lavoro – aggiunge – Una cosa profondamente ingiusta, oltre che incivile, per una regione come la nostra. Quindi metteremo quei soldi al servizio di queste lavoratrici e di tutte quelle persone bisognose. Noi questo lo abbiamo già fatto nei confronti: ci siamo tagliati lo stipendio e abbiamo rinunciato alle pensioni da privilegiati. Con il MoVimento 5 Stelle al governo questa misura sarà legge per tutti». «Intanto continuo a girare per la Sicilia. A Taormina con Luigi Di Maio ci siamo confrontati con gli albergatori, asset fondamentale della gestione di tutto il sistema turistico della Regione – conclude -. Noi siamo dalla loro parte e daremo loro tutto il supporto possibile».

© Riproduzione Riservata

Commenti