Taormina, piazza IX aprile
Taormina, piazza IX aprile

«La Regione ha stanziato 100 mila euro per la Bit di Taormina. L’impegno è stato mantenuto e il provvedimento è già stato formalizzato nelle scorse ore». Così l’assessore al Turismo, Salvo Cilona, annuncia ufficialmente l’avvenuta assegnazione da parte del Governo regionale dei fondi per l’istituzione della Borsa Internazionale del Turismo. L’iniziativa da parte della Giunta Crocetta, a sostegno della Bit, era stata preannunciata dal presidente Rosario Crocetta e dall’assessore Anthony Barbagallo e proprio quest ultimo ha dato il placet ai competenti uffici dell’assessorato al Turismo per la destinazione delle somme alla Bit di Taormina. Oltre gli scetticismi legati soprattutto al fatto che si intende realizzare la prima edizione ad inizio 2018 e il calendario scorre veloce, arrivano quindi segnali importanti nell’iter per la Bit di Taormina, che inizia a prendere forma in maniera concreta. Cilona ha comunicato che se non dovessero esserci i presupposti per fare la prima edizione ad inizio 2018 «l’evento verrà comunque istituito».

Piano B. «Lavoreremo alacremente per far sì che la Bit di Taormina si possa fare a marzo – afferma Cilona – ma se il progetto non dovesse essere completo per allora, vorrà dire che potrà anche slittare. Vogliamo fare la prima edizione programmandola per inizio marzo. L’evento ha tutte le potenzialità per riuscire in maniera perfetta e per dare un apporto significativo all’immagine e al turismo della Città di Taormina e della Sicilia. Se ci saranno delle difficoltà la prima edizione la si potrà fare più avanti, qualche mese dopo, ma l’importante è adesso iniziare e che si stia andando verso l’istituzione concreta di questa Bit. È un progetto che, a prescindere da chi vincerà le Regionali tra due mesi, verrà sostenuto in qualsiasi caso dal prossimo Governo siciliano, ne siamo assolutamente certi».

Il rebus delle date. Le prossime settimane saranno quindi cruciali per determinare la calendarizzazione dell’evento, che si terrà nell’area fieristica del Lumbi e che inizialmente si era pensato di fare a gennaio e poi a febbraio e che adesso va verso la previsione ad inizio marzo. L’alternativa sarebbe quella di spostare, come detto, qualche mese più in là il tutto. Ma l’avvenuto stanziamento dei fondi da parte della Regione è una iniezione di fiducia. «È un segnale molto importante, che per altro il sindaco Eligio Giardina aveva chiesto al presidente Crocetta per dare subito una dimensione concreta a questo progetto in cui crediamo», aggiunge Cilona. L’avvenuta destinazione dei 100 mila euro alla Bit di Taormina allontana, di riflesso, lo spettro dell’Expo G7, l’evento che Crocetta aveva preannunciato in concomitanza col G7 dello scorso maggio e che poi non si è realizzato ed è completamente naufragato subito.

© Riproduzione Riservata

Commenti