Viaggiatori, intellettuali, poeti hanno definito l’Italia come il giardino d’Europa. Ed è in uno dei suoi Grandi Giardini che si terrà la mostra dedicata ai giardini e ai parchi di 28 paesi europei. In programma per aprile 2018, alla Reggia di Venaria Reale in provincia di Torino, la mostra Grandi Giardini d’Europa mette in connessione i Grandi Giardini Italiani, l’impresa culturale fondata da Judith Wade nel 1997, con il patrimonio artistico e paesaggistico europeo. Anche la Fondazione Casa Cuseni parteciperà a questo importante appuntamento presentando il giardino inglese disegnato da Sir Frank Brangwyn.

Grandi Giardini d’Europa. Sia che si tratti di un orto botanico, di un giardino moderno, di un giardino d’arte, di un giardino paesaggistico o un giardino storico, i più Grandi Giardini Italiani ed europei non potranno mancare a questo appuntamento. I temi proposti in modo divulgativo ed emozionale dai paesaggisti Emanuele Bortolotti, Chiara Balsari e Massimo Semola prenderanno in considerazione sia la storia dell’arte dei giardini che la botanica e l’estetica. Per questa grande mostra tematica il Museo Casa Cuseni ha fatto realizzare un video, con le immagini del paesaggio e della vegetazione del giardino storico, che TaorminaToday propone in anteprima. «Presentiamo il nostro giardino in un modo nuovo, quale esso è veramente – racconta Francesco Spadaro, direttore di Casa Cuseni – un luogo dello sguardo, da dove si può ammirare l’Etna ed il mare, i due grandi protagonisti del nostro paesaggio».

Il video. L’Etna e il Golfo di Naxos sono stati pensati come elementi centrali nella realizzazione del giardino inglese, il più antico della città di Taormina. Il video parte proprio da qui, con le vedute che si aprono dalle terrazze di Casa Cuseni, in una sorta di dialogo tra il vulcano e il mare. Poi una carrellata di immagini con le numerose varietà di fiori e arbusti: la vegetazione mediterranea, le piante d’importazione africana e gli agrumeti siciliani. Un giardino che è stato rifugio ed ispirazione per scrittori, artisti ed intellettuali che nel Novecento sono passati da Taormina. Roger Peyrefitte, Henry William Faulkner, Tenneesse Williams, Roald Dahl hanno passeggiato tra le sue piante e fontane, scritto e dipinto le loro storie all’ombra dei suoi alberi.

© Riproduzione Riservata

Commenti