Via Madonna della Rocca
Via Madonna della Rocca

Dopo la recente riqualificazione di piazza Belvedere, eseguita con una raccolta fondi interamente a carico dei cittadini taorminesi, l’apprezzabile esempio di “cittadinanza attiva” da parte dei residenti di Taormina prosegue stavolta lungo il sentiero di Via Madonna della Rocca, conosciuto anche come la Via Crucis perché qui si trova il percorso che porta all’omonimo santuario di Madonna della Rocca che si collega con il centro storico (all’altezza della Circonvallazione). Si punta a riqualificare un sentiero che da parecchio tempo versa in condizioni di assoluto degrado tra scalini divelti, parapetti distrutti, e persino massi presenti lungo il percorso ad ostruire il passaggio ai tanti turisti e residenti che si trovano in zona. Un vero paradosso tale situazione di degrado se si pensa che si tratta di uno dei sentieri più frequentati della città, dove ogni giorno si registra la presenza di tanta gente che però sin qui rischia la propria incolumità perché il Comune lascia che le cose stiano in questa maniera e ha di fatto ignorato le varie richieste di intervento per riqualificare il sentiero. Ora alcuni lavori sono stati avviati a spese dei cittadini e i primi risultati si notano.

Tentato furto. «Parte dell’acquedotto romano – spiega il portavoce del comitato di cittadini, Eddy Tronchet – è tornato alla luce. Con l’amico architetto Piero Arrigo documenteremo le condizioni dell’antico monumento e con Pinuccio Giuseppe Composto ci occuperemo del prosieguo delle manutenzioni sul sentiero (ciottoli e mattoni cotti; gradini di basalto da riposizionare; ringhiera da ripristinare parzialmente). Dispiace moltissimo prendere atto del furto di due iscrizioni delle sculture in bronzo della Via Crucis e del tentativo non riuscito di sottrazione della lastra di bronzo riferibile alla scultura della VI sosta. Sostituiremo anche queste con il permesso della cittadinanza e delle autorità ecclesiali di Taormina. Con Antonio Faraci effettueremo la verifica insieme dell’intera opera scultorea di Madonna della Rocca. Le iscrizioni mancanti sono poste alla base del gruppo scultoreo della VII sosta e della V sosta». Il sentiero inizia, insomma, a ritrovare decoro con il lodevole impegno dei cittadini e già nei prossimi giorni la situazione potrebbe essere ancora più confortante. Intanto una domanda è d’obbligo: ma l’Amministrazione dov’è?

© Riproduzione Riservata

Commenti