Blitz anti-ambulantato della Polizia locale in centro storico
Blitz anti-ambulantato della Polizia locale in centro storico

La Polizia municipale intensifica l’azione di contrasto all’ambulantato abusivo. Un blitz eseguiti dagli agenti del Comando di Taormina ha portato nelle scorse ore al sequestro di un ingente quantitativo di merce ai danni dei venditori non autorizzati che esercitano abusivamente nel centro storico della capitale del turismo siciliano. L’attività coordinata dal nuovo vicecomandante della Polizia locale, Daniele Lo Presti, ha portato a 3 persone sanzionate (legge regionale 2/96) con una sanzione da 1.032 euro cadauno, ed inoltre 3 sequestri amministrativi a carico dei venditori abusivi per un totale di 354 pezzi tra cinture, occhiali, aste delfine etc.

Effettuato anche un sequestro amministrativo a carico di ignoti ed una denuncia per contraffazione e ricettazione, nonché un sequestro penale con 146 occhiali da sole Ray-Ban e Gucci contraffatti requisiti e posti sotto sequestro. Il blitz è scattato nella giornata di domenica scorsa e ha inteso dare un segnale contro la vendita non autorizzata che rappresenta da anni un’atavica problematica a Taormina e che di fatto è un problema per le attività commerciali del luogo contro i quali viene fatta tale concorrenza sleale da parte di chi non è in possesso di alcuna autorizzazione.

Aspettando il potenziamento. L’attività di contrasto alle “lenzuola bianche” che vengono stese in Corso Umberto come anche in Via Teatro Greco, senza dimenticare le spiagge e quindi la zona litoranea nella stagione turistica, potrebbe essere ulteriormente ancora più incisiva se vi fosse naturalmente quel tanto auspicato potenziamento del Corpo di Polizia locale, vanamente atteso da tempo e che in questi giorni ha anche alimentato una polemica tra il vicesindaco Andrea Raneri, secondo il quale le assunzioni potrebbero essere fatte, e l’assessore alla Viabilità, Salvo Cilona, per il quale non vi è possibilità al momento di assumere perché il Comune è in fase di riequilibrio finanziario.

© Riproduzione Riservata

Commenti