Monsignor Lupò
Monsignor Lupò

L’Arcipretura di Taormina ha acquistato un’ala del complesso delle Suore Francescane Missionarie di Maria. Lo ha reso noto mons. Carmelo Lupò. Si tratta di una vera e propria svolta a sorpresa, che si registra tra l’altro nella ricorrenza dei tre anni dall’arrivo in città e quindi dall’insediamento di padre Lupò. «È un regalo della Divina Provvidenza alla Città di Taormina», ha detto il parrocco che ha portato a termine con determinazione una complessiva trattativa sviluppatasi in gran segreto da un paio di mesi a questa parte.

Il gesto delle Suore. «È un impegno oneroso ma necessario – sottolinea l’Arciprete di Taormina -, ma voglio sottolineare il grande cuore che hanno dimostrato le Suore Francescane, tutte le responsabili dell’Istituto religioso. Ringrazio Suor Emma e tutto l’Istituto, che ha voluto fare un gesto che dà continuità alla presenza delle Suore Francescane a Taormina attraverso il nostro Centro parrocchiale. È un gesto d’amore che onora e inorgoglisce la nostra comunità e a fronte di questa benevolenza certamente saremo molto attenti nel far sì che quei locali vengano utilizzati nel miglior modo possibile, al servizio dei giovani e della comunità locale».

L’idea del parroco. Padre Lupò aveva già da tempo pensato a questa soluzione, ha dovuto però attendere che si insediasse nel mentre l’arcivescovo di Messina, mons. Giovanni Accolla, al quale ha proposto questa sua iniziativa. Mons. Accolla ha dato il relativo placet all’Arciprete di Taormina, che ha così avviato la trattativa con le Suore. «Si tratta di un investimento che consentirà ai nostri giovani di avere in via definitiva, a lungo termine, un punto di riferimento in una comunità che ha perso nel corso degli anni la preziosa presenza dei Salesiani, quella poi dei Maristi e adesso anche delle Suore».

I locali dell’ex asilo. Mons. Lupò in questi anni era riuscito ad ottenere in via provvisoria l’utilizzo dei locali delle Suore per attività catechistiche, di oratorio ed anche per dopo-scuola, momento di studio e di incontro e per giochi. Il tutto è avvenuto sin qui con il supporto delle mamme e delle famiglie dei giovani taorminesi. Adesso però la soluzione transitoria è diventata ben altro, perché è stato effettuato l’acquisto di un’ala del complesso delle Suore, una superficie due piani e nello specifico dei locali che venivano a suo tempo utilizzati come palestra e come asilo. L’altra parte rimanente dell’immobile delle Suore, come si sa, invece dovrebbe essere presa a breve dal Comune in affitto, per due anni, per adibirla a sede delle classi dell’Istituto Comprensivo 1 (le scuole elementari e medie di Taormina centro).

Placet con decorrenza immediata. L’intesa è cosa fatta, per i passaggi procedurali da espletare serviranno alcuni mesi ma si tratta di dettagli, tant’è che le Suore hanno già autorizzato padre Lupò, nelle more che vengano ratificati i termini del contratto, a poter utilizzare la parte in questione dell’immobile sin da sabato 16 settembre 2017, per venire incontro alle necessità della parrocchia.

© Riproduzione Riservata

Commenti