Mario Sapia Angelo Cundari e Alessandro Costantino
Mario Sapia, Angelo Cundari e Alessandro Costantino

Lo scorso Luglio, ha destato molte polemiche l’emissione dell’ordinanza n°33, con la quale il Sindaco Lo Turco imponeva agli esercizi pubblici di Giardini Naxos, la chiusura entro le ore 03.00 ed il divieto di somministrare alcolici a partire dalle ore 02.00. Come è normale attendersi, non mancarono le critiche ad un provvedimento ritenuto eccessivo da quanti ritengono che Giardini Naxos, in quanto meta del turismo internazionale, dovrebbe adeguatamente intrattenere i propri ospiti anche in tarda notte.

La posizione di “Impegno per la nostra città”. Su un tema così delicato non ha voluto mancare di prendere una ferma posizione anche il gruppo di opposizione formato dai consiglieri Costantino, Cundari e Sapia. «L’ordinanza è certamente condivisibile nell’intenzione di bilanciare il peso degli interessi economici in gioco con il diritto dei residenti di godere del giusto ristoro dopo i turni lavorativi, tema strettamente legato a quello della tutela della salute pubblica – esordiscono i tre – tuttavia, non si capisce il perché della deroga concessa dallo stesso Sindaco, in data 31/7/2017, ad una nota discoteca di Recanati affinché potesse protrarre i propri orari di apertura ben oltre i limiti fissati dalla precedente ordinanza per buona parte del mese di agosto – continuano i rappresentanti di Impegno per la nostra città – che i diritti al giusto ristoro dei residenti di Recanati valgano meno di quelli dei residenti di altri quartieri? È legittima una deroga che avvantaggia un singolo esercizio commerciale rispetto a tutti gli altri? – concludono infine».

Un Sindaco Privo di Credibilità. «Quanto può essere autorevole un Sindaco che prima dice, attraverso un’ordinanza, di voler tutelare la salute pubblica e poi, attraverso un atto interno, si contraddice e concede una deroga all’ordinanza da lui stesso emessa?» Chiedono a gran voce Sapia, Cundari e Costantino. «A questa vicenda, di per se grave, se ne somma un’altra. Ci riferiamo all’ordinanza n° 42 con la quale il Sindaco vietava lo svolgimento del mercato settimanale per il 19 agosto e che invece si è svolto regolarmente in quella data. Una palese dimostrazione dell’assenza di controllo sul nostro territorio. Ci chiediamo se il Sindaco abbia ancora una qualche autorità in questa Città e se abbia ancora la voglia di occuparsi dei suoi cittadini – hanno infine concluso».

© Riproduzione Riservata

Commenti