Andrea Raneri, il vicesindaco di Taormina
Andrea Raneri, il vicesindaco di Taormina

Prosegue il dibattito in Giunta sul necessario potenziamento del Corpo di Polizia municipale. Il vicesindaco Andrea Raneri aveva preannunciato 10 assunzioni per i prossimi mesi, l’assessore alla Viabilità Salvo Cilona ha poi risposto al collega che «non si possono fare assunzioni» (perché il Comune è in fase di riequilibrio), e adesso Raneri torna sulla questione ribadendo la sua posizione. «Non intendo fare polemica con il collega e amico Salvo Cilona, anche perché ritengo che ci sono parecchie problematiche in città da affrontare e sulle quali concentrarsi. Non è mia intenzione fare contestazioni ma – spiega Raneri – ribadisco quella mia dichiarazione di qualche giorno fa. Io so come si potrebbe fare a potenziare l’organico. Non sono l’assessore alla Viabilità ma se il sindaco dovesse investirmi della problematica saprei come risolvere l’emergenza. Ci sono tutta una serie di adempimenti da effettuare che consentirebbero una svolta, dovendo ovviamente incassare il placet del Ministero e della Corte dei Conti. Ma, lo ripeto, si può fare, ne sono assolutamente sicuro e d’altronde non mi sarei sognato di dire quelle cose se non ne fossi stato certo. Mi dispiace per il mio collega di Giunta che ha toppato e a cui, per altro, voglio bene. Salvo (Cilona, ndr) è uno che lavora bene e si impegna, lo rispetto anche perché ha esperienza ed è stato anche lui il vicesindaco di questa città».

L’esempio di Catania. «Mi dispiace per questa polemica e ritengo che abbia sbagliato il collega. Di lui non posso che parlare bene ma confermo la mia posizione, ci sono passaggi anche complessi che possono consentire alla fine le assunzioni, basta vedere la deliberazione del Comune di Catania, che è in predissesto e riequilibrio di bilancio ma dove il sindaco Bianco ha sbloccato decine di assunzioni. Lì è stata fatta una delibera con piano triennale delle risorse umane e sono stati previsti i posti in pianta organica, è stata regolamentata la materia della mobilità, degli Lsu ed è stata fatta tutta una procedura risolutiva, sulla quale basta vedere la delibera per averne piena contezza. A Taormina siamo passati da 27 vigili a 9 e non è pensabile che si rimanga così, rischiando il declassamento del Corpo».

I cinque Lsu. Poi Raneri anticipa quale potrebbe essere la soluzione: «In questo Comune ci sono già 5 Lsu da poter impiegare come ausiliari del traffico e sono già pervenute 20 domande al comune per 2 posti di vigili urbani con mobilità. Il Ministero da mesi deve dare risposta al Comune di Taormina, il sindaco ha chiamato nelle scorse ore per sollecitare questo pronunciamento e siamo fiduciosi che arriverà il nulla osta per poter prevedere le assunzioni». Le prossime settimane saranno, dunque, cruciali per vedere se potrà esserci davvero una svolta in una problematica che si trascina in modo irrisolto da tanti, troppi, anni e con il Corpo di Pm che è sceso a una decina di agenti e se dovesse scendere sotto le 7 unità rischierebbe il declassamento.

© Riproduzione Riservata

Commenti