Plesso Suore Francescane
Plesso Suore Francescane

Via libera delle Suore Francescane Missionarie di Maria al Comune all’ingresso in tempi brevi per iniziare i lavori di adeguamento dell’immobile che sarà sede nei prossimi mesi delle scuole elementari e medie del Comprensivo 1 di Taormina centro. «Stiamo procedendo alla ratifica degli accordi – ha reso noto il vicesindaco Andrea Raneri – e la suora responsabile dell’Istituto religioso a Taormina ha dato disposizione che vengano liberati in tempi brevi i locali per consentire al Comune di avviare al più presto i lavori e quindi per allestire i locali per la scuola. Abbiamo già fatto un sopralluogo nei giorni scorsi, ora potremo fare la delibera di Giunta e iniziare i lavori. La notizia positiva è che, comunque, c’è il via libera per disporre dell’ex segreteria della scuola dei Maristi (quando cioè l’immobile delle Suore ospitava sino al 2014 l’allora scuola dei Fratelli Maristi) ed anche delle stanze dei piani superiori da ripristinare ora ad aule. Potranno quindi essere trasferite qui sia le classi delle elementari che quelle delle medie e ci saranno gli spazi per le 18 aule che occorrono. La segreteria e la dirigenza del Comprensivo 1 rimarranno invece allocate presso la scuola Ugo Foscolo di via Cappuccini».

Lo scenario. A questo punto, con l’accordo praticamente definito tra il Comune e le Suore, andrà esitata la delibera di Giunta per l’affitto dei locali di via Pirandello che sarà biennale (con canone di locazione a mille euro al mese) e per dare avvio ai lavori che occorrono in quell’edificio per renderlo nuovamente fruibile come scuola analogamente a quanto avveniva in passato nel periodo dei Maristi. Si punterà ad effettuare le opere da fine settembre o inizio ottobre per completare il tutto entro dicembre e far trasferire gli studenti all’interno del complesso delle Suore da gennaio.

I nuovi banchi. I prossimi mesi saranno soprattutto quelli del grande rebus della scuola “Foscolo”, tra lavori che non partono e un finanziamento che sta per essere perso. Il rischio è che quella scuola, dove intanto l’11 settembre torneranno a fare lezione i ragazzi, una volta trasferiti gli alunni delle elementari e delle medie dalle Suore, possa restare priva di adeguamento sismico o peggio ancora diventare non agibile e fare quindi la fine della ex scuola elementare “Vittorino da Feltre”, chiusa dal 2004 proprio per problemi con la normativa sismica. Ieri, intanto, sono arrivati i nuovi banchi per la scuola di Trappitello (contrada Santa Filumena). Una novità che fa ben sperare tra i vari problemi che restano ancora da risolvere. Dovrebbe iniziare, infine, con puntualità il servizio dei pulmini per i bambini, dove comunque ci si augura che presto o tardi vengano acquistati dei nuovi mezzi più nuovi rispetto a quelli attuali, anche tenendo conto della situazione economica ormai positiva di Asm.

© Riproduzione Riservata

Commenti