Palazzo dei congressi di Taormina
Palacongressi di Taormina (foto Fulvio Lo Giudice)

Il 3° reparto Genio – Aeronautica Militare ha indetto la procedura per la fornitura e posa in opera degli ascensori del Palazzo dei Congressi, nell’ambito dell’accordo operativo del G7-2017 con il quale il Governo ha finanziato i lavori di sistemazione definitiva e messa a norma dell’auditorium di piazza Vittorio Emanuele. Si tratta di una procedura negoziata che verrà espletata in tempi molto stretti, tramite il Mercato Elettronico della PA (MePA), con importo di 287 mila euro e che porterà già a metà mese all’individuazione della ditta che fornirà i materiali necessari. Analoga procedura riguarderà per 64 mila euro la manutenzione degli impianti idrici e fognari. L’Aeronautica Militare sta stringendo i tempi per risolvere al più presto gli atavici problemi del Palazzo dei Congressi che, com’è noto, si trascinano da tre decenni, da quando nel 1981 venne aperta la struttura, mai arrivata ad un utilizzo a pieno regime per 12 mesi l’anno. La collocazione dei nuovi ascensori, con la conseguente funzionalizzazione degli stessi, è uno dei problemi che vanno avanti da parecchio tempo e a poco o nulla sono serviti gli interventi tampone.

I lavori del G7. I 2 milioni 813 mila euro messi adesso a disposizione dal Governo, nell’ambito del recente G7, e che fanno seguito ad ulteriori 806 mila euro per lavori già eseguiti sempre dall’Aeronautica in primavera, dovrebbero risolvere una volta per tutte le difficoltà di questa eterna incompiuta che potrebbe e dovrebbe cambiare volto al turismo della città, attraverso ad esempio la possibilità di fare turismo congressuale con le due sale di cui dispone il palazzo e con altri spazi espositivi da ricavare all’interno dell’edificio. Le opere dovranno essere consegnati entro il 31 dicembre di quest’anno ma in occasione del G7 delle Pari Opportunità del 25 novembre il Palacongressi dovrebbe già essere pronto ad un utilizzo finalmente a pieno regime, che dovrà ottenere una certificazione da parte dei Vigili del Fuoco, anche loro impegnati sin qui nel complesso iter dedito a rimuovere le varie criticità dell’immobile. L’ottimo lavoro fatto sino a questo momento dall’Aeronautica e dai Vigili del Fuoco è il miglior viatico verso quella svolta che la politica taorminese non ha saputo conseguire in tutti questi anni, puntualmente caratterizzati da annunci che non si sono mai tradotti in realtà. E, intanto, alle porte del nuovo anno già si parla di un bando pubblico che il Comune dovrebbe indire per affidare la gestione del Palacongressi, con una cordata di operatori economici taorminesi già pronti a farsi avanti.

© Riproduzione Riservata

Commenti