Italo Mennella
Italo Mennella, presidente dell'Associazione Albergatori di Taormina

Continua a far discutere la vicenda della rissa del 28 agosto scorso tra i ristoratori di due locali di Taormina. Sul caso si registra una presa di posizione del presidente degli Albergatori di Taormina, Italo Mennella, che in una nota parla di «grave danno d’immagine per la città» ed esprime «indignazione per l’accaduto» e «a nome di tutti gli albergatori» rivolge «le scuse più sincere ai turisti coinvolti». Gli Albergatori, secondo quanto comunica Mennella, si costituirebbero parte civile in un eventuale processo.

Aggressione ai cittadini. «La gravissima vicenda della rissa tra i due ristoratori di Taormina – afferma Mennella – è un atto di aggressione anche nei confronti di noi tutti cittadini di Taormina. Non possiamo consentire che questa città diventi un Far West, l’Amministrazione non può lavarsene le mani o mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi. Il sindaco non deve solo chiedere il pugno di ferro al Questore, ma deve, per primo, intervenire per ristabilire l’ordine pubblico in quella zona, tristemente ribattezzata “Striscia di Gaza”, e dare un segnale forte a chi pensa che in questa città tutto gli sia concesso. Bisogna senza indugio dissolvere questa cappa di impunità che soffoca Taormina».

Le scuse ai turisti. «Come presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina – continua Mennella – esprimo con forza la nostra indignazione per l’accaduto e porgo a nome di tutti gli albergatori le scuse più sincere ai turisti coinvolti, loro malgrado, in questa sgradevolissima esperienza. Per il grave danno di immagine arrecato alla città ci costituiremo parte civile nell’eventuale processo penale. Non permetteremo che certi comportamenti o atteggiamenti da sgherri possano vanificare anni di duro lavoro e sforzi economici per promuovere il nostro territorio e il nostro senso di ospitalità».

© Riproduzione Riservata

Commenti