Rosario Crocetta
Rosario Crocetta

Due candidati, anzi tre, e un’elezione che sembra già un incubo senza precedenti. Il centrosinistra siciliano sempre più spaccato a poche settimane ormai dalle Regionali del 5 novembre. Fabrizio Micari, Rosario Crocetta e Claudio Fava: quanti candidati avrà un unico blocco politico che si è ormai spaccato e disgregato? L’interrogativo resta più che mai aperto e privo di una soluzione. Il presidente della Regione, Crocetta, a quanto pare adesso apre al dialogo e potrebbe rinunciare ad una sua candidatura solitaria ma pone, la condizione che venga messa da parte la candidatura Micari. Crocetta si dice pronto a ricucire ma non fino a quando il candidato sarà espressione del suo nemico, ovvero Leoluca Orlando. E allora Crocetta tratta la resa, a patto che salti la candidatura di Micari.

Micari pensa al passo indietro. Il Pd non si compatta su Micari, come qualcuno sperava e adesso c’è l’ipotesi che possa essere lo stesso Micari a ritirarsi e a rinunciare ad una nomination di fatto senza speranze di successo. Il Rettore dell’Università di Palermo sta iniziando a realizzare che potrebbe rappresentare soltanto l’agnello sacrificale di un tracollo annunciato. E c’è poi la sinistra che punta su Fava e toglierebbe altri voti e altro ossigeno ad una coalizione già lacerata da liti e divisioni interne.

© Riproduzione Riservata

Commenti