Mimma Trimarchi
Mimma Trimarchi

«Tutto è bene quel che finisce bene. L’abbiamo ritrovata», è finito così, con il lieto fine e l’annuncio dato dalla sorella Rita, il giallo della scomparsa di Mimma Trimarchi, donna di 53 anni originaria di Furci Siculo che insieme alla propria famiglia vive nella zona dell’etneo, a Mascali, di cui non si aveva più alcuna notizia da martedì scorso. È stata ritrovata oggi a Villa San Giovanni ed è in buone condizioni di salute. «Mia madre si è allontana da casa alle ore 14, è stata vista l’ultima volta verso le ore 15 alla Stazione di Giardini Naxos-Taormina. Chiedo a chi può averla vista di aiutarci a ritrovarla», è l’appello che aveva lanciato Santina, la figlia di Mimma. La donna aveva, infatti, lasciato la propria abitazione il 28 agosto, a quanto pare dopo una discussione in famiglia: una discussione come tante ne accadono in qualsiasi famiglia. Era allora salita sulla propria Fiat Panda e da quel momento si sono perse per circa 48 ore le tracce di Mimma sino alla giornata odierna. L’ultimo avvistamento era avvenuto alla stazione di Villa San Giovanni alle 18 di martedì. Forse intendeva raggiungere la sorella in Emilia Romagna.

Le indagini. I familiari avevano subito fatto scattare le prime ricerche di Mimma e nella tarda serata di mercoledì era stata trovata l’auto, la Fiat Panda, della donna a Villagonia, parcheggiata davanti alla stazione dei treni. Sulla vicenda si sono prontamente attivati per ritrovare la donna, i Carabinieri della Compagnia di Taormina, sovrintesi dal Comandante Arcangelo Maiello, ma anche i Cc di Piedimonte e di Mascali. Ai militari dell’Arma di Taormina era stata segnalata dai familiari la scomparsa della signora. Sono state visionate le immagini delle telecamere riguardanti la stazione ferroviaria di Taormina e quella marittima di Messina, e da questa analisi dei filmati si era accertato che la donna era salita a bordo di un aliscafo diretto a San Giovanni nel pomeriggio di martedì scorso, alle ore 16.15. Si è pensato, come detto, potesse essersi diretta in Emilia Romagna, dove dalle parti di Ferrara vive la sorella. Si era anche accertato che intorno alle ore 15 di martedì la donna aveva acquistato un biglietto del treno per Milano, comprandone poi uno per Messina. Una ragazza aveva poi segnalato la presenza di Mimma sul treno verso Messina. La vicenda, comprensibilmente, ha tenuto col fiato sospeso i familiari, gli amici e i conoscenti. La donna aveva lasciato casa senza nemmeno il telefono ma solo con il portafoglio con un po’ di contanti e i documenti. Ora la svolta, e per fortuna Mimma è stata trovata e torna a casa, sana e salva.

© Riproduzione Riservata

Commenti