Eligio Giardina, sindaco di Taormina
Eligio Giardina, sindaco di Taormina

«Siamo di fronte ad un boom impressionante di presenze che non si vedeva da parecchi anni. Oltre i consueti numeri positivi del turismo a cinque stelle, possiamo dire che Taormina è tornata punto di riferimento per la movida di Catania e Messina». Lo afferma il sindaco Eligio Giardina, che evidenzia il momento positivo del turismo a Taormina, dove anche nel fine settimana appena trascorso si sono registrate lunghe code nelle arterie di accesso alla città e il centro storico è stato invaso dagli avventori. «L’esempio più emblematico del boom di questi giorni – spiega il sindaco Giardina – è quello di sabato scorso, quando durante lo spettacolo di Fiorella Mannoia al Teatro Antico, oltre ai 5 mila presenti a Teatro, Taormina era non semplicemente affollata ma sommersa di gente anche in Corso Umberto ed in altre zone della città. E anche per questo dico che serve un po’ di pazienza se poi alcuni servizi pubblici fanno fatica ad essere efficienti. Teniamo conto che i servizi idrici, di raccolta rifiuti e di viabilità sono dimensionati per un paese di 11 mila abitanti mentre in delle giornate come queste si è di fronte alla moltitudine quotidiana di 100 mila persone e anche di più. Per tutte le attività economiche e commerciale si sta registrando un ottimo ritorno, è del tutto evidente ed in queste serate stanno lavorando tutti, a Taormina come del resto anche a Giardini e Castelmola. Alberghi, ristoranti, paninerie, c’è davvero un turismo variegato, sia di alto livello sia di “massa”. Le presenze hanno superato qualsiasi record, basti pensare alle Via Crocefisso alle undici di sera strapiena di auto, con una coda veicolare che arrivava sino all’ospedale ed ancora meglio la Via Garipoli dove sino all’una di notte si sono verificate lunghe code dal Lumbi sino all’imbocco dell’autostrada a Spisone».

Senso civico. E Giardina chiede ai residenti «che ci sia più senso civico nel conferimento dei rifiuti». «Il mio – afferma Giardina – non è un appello ma un auspicio, nell’interesse di tutti e dell’immagine di Taormina. Anche il mordi e fuggi, spesso bistrattato, in realtà poi diventa un elemento importante per il turismo. La gente è ovunque e Taormina è tornata punto di riferimento dei messinesi e dei catanesi e di questo io ne sono orgoglioso. Possiamo dire che la movida taorminese, oggi più che mai, è quella di riferimento nell’intera Sicilia». Agosto volge al termine e i numeri complessivi del mese di maggiore afflusso turistico si preannunciano importanti, visto che già nelle prime due settimane del mese si erano registrate oltre 100 mila presenze. «È un periodo eccezionale – aggiunge anche l’assessore Salvo Cilona – e una buona programmazione ha portato risultati concreti. Corso Umberto è stracolmo tutti i giorni, così come i parcheggi Lumbi e Porta Catania. Quest’ultimo in particolare fa registrare il tutto esaurito ogni giorno ormai da diverse settimane».

© Riproduzione Riservata

Commenti