La mappa riporta i terremoti di magnitudo superiore o uguale a 2.0 localizzati in Italia dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV
La mappa riporta i terremoti di magnitudo superiore o uguale a 2.0 localizzati in Italia dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV

La terra trema nell’etneo. Due scosse di terremoto sono state registrate, intorno alla mezzanotte appena trascorsa e poi nella mattinata odierna, dalla Rete sismica dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, nel Catanese. La situazione viene costantemente monitorata per accertare l’esatta natura del fenomeno che ha riguardato diversi centri abitati dell’etneo.

Le due scosse. La prima di magnitudo 3.3 è avvenuta, nella tarda serata di venerdì alle 23.57, ad una profondità di 6 chilometri, con epicentro tra i Comuni di Santa Maria di Licodia, Biancavilla, Paternò, Ragalna, Adrano e Belpasso, in provincia di Catania. La seconda di magnitudo 2.3 è stata registrata alle 00.09, ad una profondità di 3 chilometri, sempre nella stessa zona. Le due scosse sono state avvertite dalla popolazione. Non viene registrato alcun danno a persone o cose.

© Riproduzione Riservata

Commenti