Rosario Crocetta
Rosario Crocetta

Rosario Crocetta toglie il sonno al centrosinistra e ai vertici romani del Pd che non sanno più come convincere l’attuale Governatore a fare un passo indietro e desistere dal suo proposito di ricandidarsi alla guida della Regione. La sua candidatura, di fatto, spacca la coalizione e vanifica le già residue chance del centrosinistra di un’affermazione nella tornata di voto del 5 novembre. Con due candidati, di fatto, verrebbe ulteriormente facilitata la strada al Movimento Cinque Stelle. E allora il Pd, mentre valuta la nomination di Micari e altri possibili nomi, alza il pressing su Crocetta per ottenere la sua “resa” politica.

Un seggio a Roma. La proposta che verrà fatta, ancora una volta, è quella di un posto nelle liste per le Nazionali del prossimo anno, alla Camera o al Senato, ma in ogni caso con la garanzia di portarlo tra gli eletti a Roma. Una soluzione di cui si è già parlato e che sinora non ha convinto Crocetta, ma stavolta i tempi sono stretti e si attende il definitivo “sì” o “no” del Governatore. L’impressione è che Crocetta voglia andare avanti ed, in qualsiasi casi, sarà tra i candidati in competizione alle Regionali del 5 novembre.

© Riproduzione Riservata

Commenti