Gaetano Armao
Gaetano Armao

Gaetano Armao non arretra e appare sempre più lanciato verso una candidatura alla Presidenza della Regione, con il suo movimento “Sicilia Indignati” e soprattutto con la “benedizione” di Forza Italia. «Costruiamo un programma per il futuro della Sicilia – spiega l’avvocato palermitano -. Vedo nelle improvvide dichiarazioni di alcuni esponenti regionali il consueto “teatrino della politica” di cui sono stanchi i siciliani. Chi ha vaneggiato ieri di un “mandato politico” nei miei confronti non sa di cosa parla».

Il placet del Cavaliere. «Siciliani Indignati – continua Armao – sta lavorando insieme con tanti imprenditori, colleghi universitari, professionisti ed esponenti di varie categorie produttive per dar vita ad una grande iniziativa di rilancio della nostra terra che si basa sul “manifesto per il futuro della Sicilia” e che ha incontrato l’appassionata condivisione del presidente Silvio Berlusconi e di Gianfranco Micciché con l’obiettivo di unire, innovando, i siciliani stanchi di Crocetta e che non possono affidare il futuro dei loro figli all’improvvisazione dei 5 Stelle. Su questo progetto hanno espresso gradimento Forza Italia, diversi movimenti civici, Udc, Cantiere popolare e gli autonomisti».

L’obiettivo. «Questo è il percorso che è stato intrapreso per unire il centrodestra – conclude -, ma sopratutto riportare al voto tanti siciliani indignati dall’incapacità della politica regionale, dallo spreco di opportunità e risorse. Questa è la strada per restituire dignità ai siciliani, per una redimibile Sicilia».

© Riproduzione Riservata

Commenti