Gaetano Armao
Gaetano Armao, l'ex assessore della Giunta Lombardo

Il Cavaliere punta su Gaetano Armao ma è una sorpresa amara quella che potrebbe avere Silvio Berlusconi se, come pare, deciderà di scaricare Nello Musumeci per puntare tutto sull’ex assessore della Giunta Lombardo. Diversi dirigenti forzisti ed alcuni colonnelli del partito azzurro sarebbero pronti a traghettare da Forza Italia al movimento di Musumeci “Diventerà Bellissima” per sostenere la candidatura a presidente della Regione dell’ex responsabile della Commissione Antimafia. Una notizia, una voce, una prospettiva politica che sarebbe uno smacco per Berlusconi e ancor di più per Gianfranco Miccichè, il “fiduciario” siciliano che le ha studiate praticamente tutte per evitare che il candidato fosse quel Musumeci al quale lo lega la reciproca antipatia dopo i fatti delle Regionali 2012, quando entrambi furono candidati e a goderne fu Rosario Crocetta.

Esperimento siciliano. «A Berlusconi non interessa la Sicilia: vuole solo fare un esperimento in vista delle politiche. Un pretesto per scrollarsi di dosso le aeree più estreme del centrodestra in vista di un futuro accordo con Renzi», lamentano alcuni esponenti di Forza Italia secondo i quali la Sicilia sarebbe niente di più che una sorta di laboratorio per un esperimento politico in vista delle elezioni nazionali. E adesso si apre una settimana che potrebbe risultare decisiva per il partito e più in generale verso quel centrodestra che rischia di bissare il “suicidio” politico di cinque anni fa per questioni di simpatie e antipatie personali, che vanno oltre le logiche dei numeri e della politica stessa.

© Riproduzione Riservata

Commenti