Alessandro Di Battista, Giancarlo Cancelleri e Alessandro Di Maio
Alessandro Di Battista, Giancarlo Cancelleri e Alessandro Di Maio in una tappa del tour siciliano che porterà alle Regionali

«Sono arrivato a quota 250 mila euro di soldi restituiti ai cittadini. Si perché mentre tutti parlano di tagli ai costi della politica il Movimento è l’unico che continua, senza fare però notizia, a rinunciare a tutti gli odiosi privilegi della politica. Comprese le maxi indennità parlamentari. Se vi sembra poco». Così Giancarlo Cancelleri lancia una frecciata ai suoi competitor e lo fa richiamando i rimborsi effettuati al termine ormai della legislatura iniziata nella primavera del 2012. «Non siamo perfetti; ma stiamo dando l’anima e il cuore per questo sogno e lo stiamo facendo senza pensare alle nostre tasche, a differenza di altri», ha aggiunto il candidato dei Cinque Stelle alla presidenza della Regione.

Il tour a tre. Cancelleri poi dedica alcune frasi ad Alessandro Di Battista e Alessandro Di Maio che lo stanno accompagnando nel tour siciliano che porterà alle Regionali: «Ci hanno definiti “i tre tenori”, “i tre moschettieri”, “il tridente d’acciaio”, “il penta-triumvirato” persino “quei bravi ragazzi”, e chissà quanti altri appellativi avranno tirato fuori nel tentativo di etichettare questa bella amicizia. Si, perché al di là dei chilometri percorsi, dei palchi solcati, delle battaglie condivise, degli attacchi schivati, degli obiettivi raggiunti – e quelli ancora da raggiungere – al di là di questo ci sono semplicemente tre ragazzi che si vogliono bene come fratelli e che hanno lo stesso sogno. Luigi e Alessandro hanno rinunciato alle loro (meritatissime) ferie d’agosto per venirmi a dare una mano. Sanno che la Sicilia può diventare la prima regione a 5 stelle ma sanno pure che la lotta sarà durissima. Per questo, e per quello che hanno sempre fatto per il Movimento, li ringrazio con tutto il cuore».

© Riproduzione Riservata

Commenti