Panorama da Castelmola
Panorama da Castelmola

«Convinceremo il Comune di Taormina ad appoggiare anche loro ed anzi ad essere parte integrante e protagonisti del progetto per le funivie comprensoriali che intendiamo realizzare. Ho già parlato con il sindaco Giardina, non è pensabile che in questa iniziativa non ci sia Taormina». Lo ha dichiarato il sindaco di Castelmola, Orlando Russo, che insieme agli altri sindaci del comprensorio alza il pressing sui “vicini di casa” di Taormina per convincerli ad aderire all’iniziativa lanciata ufficialmente nei giorni scorsi. I Comuni di Castelmola, Letojanni, Giardini, Mongiuffi e Gallodoro sono intenzionati a realizzare un sistema integrato di collegamento comprensoriale su fune e stanno portando avanti l’iter tramite l’Unione dei Comuni Naxos-Taormina, che per altro porta il nome di Taormina ma di cui in pratica Taormina non fa parte al momento. Russo preannuncia la sua volontà e quella degli altri sindaci di “convincere Taormina ad entrare nel progetto”. E d’altronde le funivie che vengono ipotizzate si estenderebbero su due linee, una che da Castelmola percorrerebbe il versante sud di Taormina per arrivare a Villagonia, tra Giardini Naxos e Taormina, e l’altra abbraccerebbe Gallodoro, Mongiuffi e Letojanni, quest’ultima proprio ad un passo dalla confinante frazione taorminese di Mazzeo. Ecco perché i cinque sindaci vogliono che anche Taormina entri nell’iniziativa, per la quale è in fase di preparazione il progetto, con incarico già conferito al prof. Maurizio Spina, del “Dicar” (Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura) dell’Università di Catania.

Perplessità sull’iniziativa. Ad oggi il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, si è mostrato cauto su questa iniziativa e si è limitato a dire: «Non posso giudicare, non mi esprimo anche perché non conosco il progetto e nessuno ci ha interpellato». «Contiamo di avere l’adesione di Taormina da qui a settembre. È un fatto fondamentale e non esiste che Taormina rimanga fuori da questo progetto di sviluppo per il nostro comprensorio – afferma Russo -. Mi occuperò personalmente io di allacciare i contatti col Comune di Taormina. Sarebbe un grave errore se non li coinvolgessimo. Taormina è l’elemento trainante di questo progetto, che può portare diversi benefici anche a loro, come a noi tutti. Ho già avviato i contatti, a tal proposito, con il sindaco Giardina e lo convinceremo». L’ambizioso progetto delle funivie verrà presentato nei prossimi mesi, tramite l’Unione dei Comuni, nelle sedi preposte per provare ad intercettare i necessari fondi, che dovrebbero ammontare tra i 16 e i 20 milioni di euro. Si punta sulle opportunità del Cipe o sui fondi della Comunità Europea.

© Riproduzione Riservata

Commenti