Guardia Costiera Ferragosto 2017
Guardia Costiera di Giardini Naxos

Il week-end appena trascorso di Ferragosto ha visto la presenza di un elevato numero di unità da diporto e di bagnanti che hanno affollato le coste di Taormina, Giardini e l’hinterland. Rilevante il dispositivo di vigilanza e controllo messo appunto dall’Ufficio Locale Marittimo di Giardini Naxos, che ha visto impegnati, in particolare nei giorni a cavallo di ferragosto, una motovedetta costiera (CP 537) ed un battello pneumatico veloce (G.C. B083); ai predetti mezzi navali si sono affiancati pattuglie a terra, che hanno garantito la presenza di personale presso le principali spiagge più frequentate. L’attività di prevenzione e repressione, è stata prioritariamente finalizzata alla sicurezza della navigazione, alla salvaguardia della vita umana in mare e, più in generale, a garantire il sicuro e ordinato svolgimento di tutte le attività ludico-ricreative sulle spiagge ed in mare.

I controlli. Numerosi i controlli effettuati e altrettanti numerosi sono stati i comportamenti illeciti accertati che hanno portato alla contestazione di 25 verbali amministrativi per un totale di circa 7.200 euro di sanzioni ed una comunicazione di reato all’Autorità Giudiziaria. Tra le principali e più ricorrenti infrazioni registrate vi sono: la pericolosissima navigazione sotto costa, gli ormeggi selvaggi all’interno della fascia di mare riservata alla balneazione, oltre agli ormai consueti parcheggi in porto in zone vietate.

Le sanzioni. Particolare attenzione è stata rivolta al controllo delle attività di locazione e noleggio di natanti da diporto, nel corso dell’attività è stato verbalizzato, con una sanzione di 2 mila 754 euro, il conduttore di un acquascooter sorpreso a navigare senza patente nautica. Inoltre, dopo appostamenti ed indagini è stato individuato un soggetto che effettuava l’attività di locazione di imbarcazione da diporto senza averne i requisiti, anche in questo caso è stata applicata la sanzione di 2 mila 754 euro. Nel corso dell’attività, inoltre, è stata sequestrata circa 200 metri di rete calata a pochi metri dalla costa, all’interno della Riserva Naturale Orientata di Isola Bella. Controlli sono stati effettuati anche per verificare abusi sul demanio marittimo, in questo contesto è stato deferito all’Autorità Giudiziaria il titolare di un esercizio commerciale per aver occupato senza titolo il suolo demaniale marittimo. Non sono mancati gli interventi effettuati di assistenza e soccorso in mare, ad alcuni natanti da diporto che non riuscivano a rientrate a terra a causa di problemi meccanici o per le condizioni del mare.

© Riproduzione Riservata

Commenti