Spiaggia dei Greci
Spiaggia dei Greci

Il Parco di Naxos lancia nell’offerta culturale e turistica della Città di Giardini un’area suggestiva, sino a questo momento rimasta di fatto nel limbo. È la cosiddetta Spiaggia dei Greci, con due piscine naturali attorniate da braccia di lava, che consentono ai visitatori del parco di fare un vero e proprio “bagno nel mito”. «La straordinaria esperienza dell’approdo dell’VIII secolo A.C. nella prima colonia in Sicilia – spiega il direttore del Parco di Naxos, arch. Vera Greco – rivive attraverso la spiaggia dei Greci, che appartene al Parco di Naxos e che stiamo cercando di valorizzare perché si tratta davvero di un’area di eccezionale bellezza. Nei mesi scorsi, durante una ricognizione finalizzata ad approfondire la conoscenza dei terreni del Parco, ho avuto modo di scoprire un cancello che portava a questa spiaggia e tutto è partito da lì. Oggi quella spiaggia è fruibile al pubblico (tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 19), è un’area di nostra proprietà e l’abbiamo voluta mettere a disposizione dei visitatori».

Un angolo di storia. La spiaggia dei Greci è vicina, tra l’altro, al porto di Naxos e vi si accede da un sentiero al quale si arriva costeggiando il torrente Santa Venera. «La spiaggia – continua l’arch. Greco – è raggiungibile in pratica dal sentiero che costeggia le mura ciclopiche all’interno del Parco Archeologico di Naxos. Il visitatore ha la possibilità di immergersi in un luogo magico dove il mare cristallino è racchiuso da un abbraccio di lava, la stessa che a tratti emerge lungo il torrente Santa Venera e che costituisce una delle ultime propaggini delle colate laviche etnee. Per chi viene a visitare il Parco si ha così modo di vedere un angolo di natura che racconta una pagina importante di storia di Giardini e più in generale anche della Sicilia. Il tutto rientra in un ampio percorso di riqualificazione e valorizzazione del Parco di Naxos, che stiamo portando avanti con molto impegno e con una pianificazione delle varie iniziative da porre in essere. Siamo riusciti ad annettere questa spiaggia, in termini logistici ed esperienziali, alla visita al Parco di Naxos ed in questa direzione abbiamo operato in piena sinergia con l’assessorato regionale ai Beni Culturali e con il prezioso apporto e la collaborazione del Commissario straordinario del Parco, l’avv. Nunziello Anastasi».

© Riproduzione Riservata

Commenti