Eligio Giardina, sindaco di Taormina
Eligio Giardina, sindaco di Taormina

«I funzionari del Comune sembra che vivano su un altro pianeta. In questo Comune non ottengo nulla di quello che chiedo». Lo sfogo di qualche giorno fa in Consiglio comunale della segretaria generale, Rossana Carrubba, non è passato inosservato e sulle dichiarazioni della city manager di Palazzo dei Giurati si sofferma il sindaco Eligio Giardina. «Non voglio commentare nello specifico le parole della segretaria – afferma il sindaco Eligio Giardina -, dico soltanto che ognuno ha le proprie responsabilità e ciascuno deve svolgere il proprio ruolo con professionalità in questo Comune, vale per la politica e vale per gli uffici. A Taormina a volte le cose non girano per il verso giusto e la politica certamente ha le proprie responsabilità ma altrettanto vero è che in alcuni casi c’è stata anche superficialità da parte di chi e addetto alle funzioni dirigenziali».

I problemi del palazzo. «In questi quattro anni di sindacatura e quindi di amministrazione della città di Taormina – continua Giardina -, ho avuto modo di rendermi conto personalmente della situazione, delle difficoltà e delle motivazioni alla base di quanto avveniva di volta in volta in Comune. È innegabile che ci siano da correggere e da rivedere alcune cose, indubbiamente c’è bisogno anche dell’apporto dei funzionari. Per dare risposte ai cittadini occorre impegnarsi tutti, ciascuno nel proprio compito».

© Riproduzione Riservata

Commenti